Sci alpino: Cdm. Heel torna sul podio, terzo a Kvitfjell

(AGI) - Roma, 7 mar. - Werner Heel torna e metterepiede sul podio in Coppa del Mondo, salendo sul terzo gradinonella discesa libera di Kvitfjell, una pista molto gradita alfinanziere della Passiria che proprio su questa pista avevaconquistato il primo podio in carriera e che con oggi porta aquattro i centri in Norvegia. Bello rivedere l'azzurro sulpodio a distanza di due anni dal terzo posto in superG, ancorasulla Olympiabakken, e conquistare cosi' il decimo podio dellacarriera. Dopo l'abbassamento della partenza deciso dallagiuria a causa della nebbia nella parte alta del tracciato,

(AGI) - Roma, 7 mar. - Werner Heel torna e metterepiede sul podio in Coppa del Mondo, salendo sul terzo gradinonella discesa libera di Kvitfjell, una pista molto gradita alfinanziere della Passiria che proprio su questa pista avevaconquistato il primo podio in carriera e che con oggi porta aquattro i centri in Norvegia. Bello rivedere l'azzurro sulpodio a distanza di due anni dal terzo posto in superG, ancorasulla Olympiabakken, e conquistare cosi' il decimo podio dellacarriera. Dopo l'abbassamento della partenza deciso dallagiuria a causa della nebbia nella parte alta del tracciato, lagara e' vissuta proprio sul tempo fatto segnare dall'azzurro,partito con il numero 1 e bravo ad affrontare soprattutto laparte centrale e piu' tecnica del tracciato. Bisogna attendereHannes Reichelt, in grande forma in questa parte finale dellastagione, perche' il tempo di Heel sia battuto per 38centesimi. Fra i due si infila anche Manuel Osborne-Paradis,solo per 8 centesimi meglio dell'azzurro. Ma tutti gli altriassalti al podio sono riuntuzzati e Werner Heel mette a segnoil podio numero 13 della stagione dello sci alpino azzurro, ede' il sesto azzurro della disciplina fra i top 3 di una gara diCoppa del Mondo. "Ho subito avuto un buon feeling con la pistadi Kvitfjell - dice Heel - e nelle prove sono riuscito adottenere dei buoni parziali. la gara oggi era totalmentediversa dalle prove. E' salito un vento caldo che ha reso laneve molto bagnata, mentre fino a ieri era perfettamenteinvernale. Ho anche fatto un errore prima del salto finale eli' ho lasciato qualcosa. Sono stato fortunato a partiredavanti e ho saputo sfruttare al meglio il numero di partenza,ho mantenuto il feeling trovato in questi giorni ed e' arrivatoil podio che e' come l'acqua per un assetato". "Ringrazio ilmio ski-man, lo staff tecnico che mi e' stato sempre vicinosoprattutto in questo mese di febbraio quando le cose nonandavano bene. E comunque e' tutta la stagione che vado avantifra alti e bassi e questo podio e' una grandissimasoddisfazione" aggiunge il finanziere della Passiria. "Oracerchero' di portare lo stesso feeling anche nel superG didomani, anche se quest'anno in superG faccio anche piu' faticache in discesa. Ce la mettero' tutta e mi impegnero' almassimo: vediamo cosa succedera'". Buona anche la gara diDominik Paris che, in difficolta' in prova, riesce comunque aportare a casa un nono posto, contro il settimo di KjetilJansrud, padrone di casa. Ma soprattutto l'azzurro della Vald'Ultimo guadagna punti su Matthias Mayer e consolida il terzoposto nella classifica di specialita' che vede Janrud alcomando con 505 punti contro i 485 di Reichelt e i 386 diParis, contro i 368 di Mayer. Peter Fill e' 23° ed e' il terzoazzurro a guadagnarsi il posto per la discesa delle Finali diMeribel dopo Paris e lo stesso Heel. Bravo Mattia Casse, 21°oa soli 91 centesimi da Reichelt, non abbastanza pero' perentrare fra i top 25 della specialita'. Stesso discorso perSiegmar Klotz 28°. Fuori dai trenta invece Silvano Varettoni eMatteo Marsaglia. Domani e' in programma il superG sempre sullaOlympiabakken, a partire dalle 10.45 con diretta televisiva suRai Sport 1 e Eurosport.(AGI).