Pallanuoto, Spagna-Italia 8-9 nonostante espulsiomi

Grande rimonta del Settebello, sotto 8-6 a metà del quarto tempo

Pallanuoto, Spagna-Italia 8-9 nonostante espulsiomi
Italia-Spagna pallanuto 

Rio de Janeiro - Un Settebello falcidiato da infortuni ed espulsioni supera 9-8 la Spagna nel match d'esordio del torneo olimpico nel Maria Lenk Acquatics Centre di Rio de Janeiro. Sotto di due reti a metà quarto tempo (8-6), con Aicardi (sospetta frattura al setto nasale) e Velotto infortunati, Nora, Gitto e Bodeags fuori per limite di falli, segna tre reti in un minuto e 25 secondi recuperando lo svantaggio e andando a vincere stoicamente grazie ad una rete di Christian Presciutti che regala il primo sorriso nel gruppo B olimpico.

Decisivo l'ingresso di Marco del Lungo in porta nel terzo tempo che ipnotizza Molina sul rigore del possibile 9-8 iberico, e sventa le ultime due conclusioni con l'uomo in più degli spagnoli. Triplette azzurre di Figlioli e Christian Presciutti (un assist) che rispondono a Molina (4) ed Espanol (3), scatenati.

La squadra di Sandro Campagna tornerà in vasca lunedì 8 agosto, alle 15.20 italiane, contro la Francia. "La prestazione dei ragazzi è stata superlativa perché abbiamo dovuto fronteggiare una gravissima emergenza tra infortuni e espulsi. Un bruttissimo fallo al volto dopo 17 secondi ha fatto fuori Aicardi, e successivamente anche Bodegas è stato espulso; siamo rimasti senza centroboa per due tempi. Siamo stati bravi a non disunirci rimanendo aggrappati al match con una grande difesa soprattutto con l'uomo in meno" analizza coach Campagna. "Spero di poter recuperare Aicardi perché è fondamentale per il nostro gioco. La squadra nell'ultimo mese cresceva e questo è segno di grande condizione fisica e tenuta mentale. Senza cambi, a livello tattico con l'uomo in più abbiamo piazzato Figlioli a centroboa e questo ha scombinato le carte in gioco. La Spagna evoca sempre grandi ricordi. Un esordio olimpico dà sempre grandi stimoli ed emozioni" aggiunge il ct azzurro. "C'è grande interesse per il podio olimpico e spero che gli arbitri possano essere all'altezza di una competizione così combattuta e di alto livello". (AGI)