Lesione muscolare per Bolt, olimpiade a rischio

Rinuncia alla finale dei 100 dei Trials giamaicani per la convocazione ai Giochi

Lesione muscolare per Bolt, olimpiade a rischio
Usain Bolt 

Roma - Rio de Janeiro rischia diperdere il protagonista più atteso: Usain Bolt. Lo sprinter giamaicano, che in Brasile punta al terzo titolo olimpico di fila su 100 e 200 metri, ha rimediato un infortunio durante i campionati nazionali e la sua presenza a Rio è tutt'altro che sicura. Lo stesso Bolt, via Twitter, racconta di aver avvertito che qualcosa non andava durante la prima batteria dei 100 di giovedi', il giorno dopo ha disputato e vinto la semifinale ma, essendo ancora dolorante, si è fatto vedere dal medico e il verdetto non è stato incoraggiante: lesione di primo grado al bicipite femorale.

 

 

 

"Ho presentato un certificato medico per essere esentato dalla finale dei 100 e dal resto dei campionati nazionali. Comincerò da subito le cure e spero di mostrarmi in forma per l'anniversario dei Giochi di Londra del 22 luglio e guadagnarmi la chiamata per l'Olimpiade di Rio", ha scritto Bolt, postando subito dopo le prime foto del suo processo di recupero. Col pluricampione mondiale e olimpico fuori causa (aveva comunque vinto la semifinale in 10"04), il titolo nazionale sui 100 metri lo ha conquistato Yohan Blake, iridato 2011 e argento olimpico quattro anni fa, in 9"95 davanti a Nickel Ashmeade (9"96). Solo quarto (10"03) l'ex primatista Asafa Powell. Nella gara femminile, invece, successo per Elaine Thompson (10"70) davanti alla due volte campionessa olimpica Shelly-Ann Fraser-Pryce (10"93). (AGI)