Klishina dal Tas alla pedana, oggi in gara

Rio de Janeiro - Prima no, poi si, poi ancora no ed infine il via libera da parte del Tribunale Arbitrale dello Sport. Questa sera Darya Klishina sara' regolarmente in gara nelle qualificazioni del salto in lungo delle Olimpiadi di Rio de Janeiro che si svolgeranno nello stadio intitolato all'ex presidente della Fifa, Joao Havelange, deceduto proprio questa mattina all'eta' di 100 anni. La forte lunghista russa, unica rappresentante della Russia ai Giochi in Brasile, e' stata inserita nel gruppo A. Per qualificarsi per la finale dovra' saltare almeno 6,75 oppure rientrare tra le migliori dodici misure. La 25enne di Tver che dal 2013 vive e si allena in Florida vanta un personale di 7,05 metri ma quest'anno non ha mai gareggiato a seguito della sospensione della federazione alla quale appartiene da parte della Iaaf. Nelle scorse settimana l'Associazione internazionale delle federazioni di atletica leggera aveva estromesso la Klishina dopo una rilettura del rapporto McLaren che ha portato alla luce il doping di Stato in Russia non solo nell'atletica leggera ma in tanti altri sport. La Divisione ad hoc del Tas, alla quale la forte e bella Darya era ricorsa, le ha dato ragione. (AGI)