Doping, Tas respinge ricorso: 68 atleti russi fuori dai Giochi

Il Cio dovrà ora decidere se escludere la Russia dalle Olimpiadi riconoscendo che sia stato applicato il 'doping di Stato'

Doping, Tas respinge ricorso: 68 atleti russi fuori dai Giochi
 Russia Nikita Kamaev direttore esecutivo del Rusada atletica scandalo doping - afp

Losanna - Niente Olimpiadi per sessantotto atleti russi: il Il Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna ha respinto il ricorso di Mosca contro il bando olimpico da Rio 2016 deciso dalla Iaaf. "Il Tas ha confermato la validita' della decisione della Iaaf", si legge in una nota. Il 5 luglio scorso, l'Araf aveva presentato una lista di sessantotto dei suoi atleti che avevano chiesto di essere ammessi agli imminenti Giochi brasiliani nonostante la sospensione della stessa federatletica russa per mano della Iaaf, in seguito allo scandalo doping.

Wada riapre laboratorio antidoping di Rio

Il Cio tra meno di una settimana decidera' se escludere la Russia dalle Olimpiadi in virtu' di un sistema di 'doping di Stato' accertato dalla pubblicazione della "relazione McLaren", e proprio questa decisione del Tas sulla sola atletica potrebbe avere un peso determinante.

La decisione del Tribunale arbitrale dello Sport (Tas) "non e' obiettiva, in qualche modo e' politicizzata ed e' priva di qualsiasi fondamento giuridico". Lo ha denunciato il ministro dello Sport russi, Vitali Mutko, come riporta la Tass. Mutko ha definito il verdetto come un fatto "senza precedenti" e che "umilia tutto lo sport". A suo dire, la "Iaaf e' completamente corrotta: non e' chiaro perche' non si stiano conducendo indagini su questo. Come minimo il Comitato etico della Federazione il Cio dovrebbero prendere in considerazione queste cose".  (AGI)