Doping, saltatrice russa Klishina potra' gareggiare

L'atleta è stata riabilitata dal Tas, era stata esclusa dalla Iaaf

Doping, saltatrice russa Klishina potra' gareggiare
Darya Klishina (Afp) 

Rio de Janeiro - Darya Klishina potra' partecipare come atleta alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. La Divisione ad hoc del Tribunale Arbitrale dello Sport ha accolto il ricorso dalla saltatrice in lungo russa, unica rappresentante in gara della Russia presente nell'atletica leggera, che nei giorni scorsi era stata sospesa e quindi esclusa dai Giochi con un provvedimento della Iaaf. L'Associazione internazionale delle federazioni di atletica leggera aveva estromesso la Klishina a seguito di una rilettura del rapporto McLaren che ha portato alla luce il doping di Stato in Russia non solo nell'atletica leggera ma in tanti altri sport. Il Tas, alla quale la forte e bella Darya era ricorsa, le ha dato ragione e quindi martedi' sara' in pedana per le qualificazioni del salto in lungo. Eventuale finale il giorno successivo.
La Klishina, che quando si e' vista esclusa dai Giochi ha affermato che la decisione presa dalla Iaaf era piu' per motivi politici che sportivi, dall'autunno 2013 vive e si allena in Florida e quindi e' stata ritenuta fuori da qualsiasi coinvolgimento di doping nel suo Paese. (AGI)