Conto alla rovescia per i primi giochi in Sudamerica, 309 atleti italiani

Record partecipazione femminile, + 10,77% rispetto a Londra. Presente anche un team di 10 rifugiati. Occhi puntati su Bolt e Phelps

Conto alla rovescia per i primi giochi in Sudamerica, 309 atleti italiani
 Olimpiadi Rio 2016 - afp

Roma - La prima Olimpiade della storia in America del Sud e' pronta a partire. Dalla vittoria di Rio de Janeiro del 2009 sono passati quasi 7 anni e il Brasile si prepara ad un altro grande evento dopo la Coppa del Mondo del 2014. Gli ultimi dati indicano la presenza di almeno 11.437 atleti provenienti da piu' di 200 paesi differenti. E' gia' record di partecipazione femminile: 5180 qualificate, il 10,77% in piu' rispetto a Londra 2012. La delegazione italiana si presenta con 309 atleti: 165 uomini e 144 donne. La portabandiera sara' Federica Pellegrini.

Il claim della manifestazione e' "Um mundo novo" ("Un nuovo Mondo"). La prima novita' e' che all'evento partecipera' un inedito team di dieci atleti rifugiati, selezionati e patrocinati dal Comitato Olimpico Internazionale nel corso degli ultimi mesi. Al Maracanà sfileranno sotto la bandiera a cinque cerchi. Il 3 agosto cominceranno le prime partite di calcio, ma la cerimonia d'inaugurazione sara' il 5 agosto.

Le gare cominceranno a ritmo serrato dal giorno seguente e proseguiranno fino al 21 agosto. Nel mese di settembre, dal 7 al 18, sara' invece la volta dei Giochi Paralimpici. Il calcio sara' itinerante, con match da disputare nelle citta' di Belo Horizonte, Brasi­lia, Manaus, Salvador e San Paulo. Le 42 specialita' saranno distribuite in 32 luoghi differenti della capitale fluminense, racchiusi in 4 grandi poli sportivi: Maracanà, Barra, Deodoro e Copacabana. Le prove di vela, canottaggio e canoa slalom si terranno presso la Bai­a de Guanabara e la Lagoa Rodrigo de Freitas, fortemente criticate nei mesi passati per il livello d'inquinamento delle acque. 

I controlli antidoping saranno effettuati presso il laboratorio dell'Universita' federale di Rio, l'LBCD. L'Agenzia Mondiale Antidoping (WADA) aveva sospeso il laboratorio brasiliano il 24 giugno per non aver rispettato gli standard previsti. La struttura e' stata successivamente valutata e approvata, permettendo cosi' di avere i risultati degli esami nel giro di 24 ore.

Usain Bolt e' fra le stelle piu' attese della competizione. A Rio tentera' il "triple triple" cercando di vincere l'oro nei 100 metri, nei 200 e nella staffetta 4x100m, come gia' accaduto a Pechino 2008 e Londra 2012. In vasca i riflettori sono invece tutti per Michael Phelps: 22 medaglie olimpiche, di cui 18 d'oro. Grande attesa anche per la velocista giamaicana Shelly-Ann Fraser-Pryce, oro nei 100 piani sia a Pechino che a Londra. Gli atleti vivranno nel Villaggio Olimpico, situato vicino al Parco Olimpico della Barra da Tijuca e oggetto di svariate lamentele da parte delle delegazioni. In citta' e' previsto almeno un milione di turisti. La sicurezza di locali e stranieri e' nelle mani di un contingente di 85.000 agenti: 47.000 provenienti dalla difesa civile e 38.000 dalle forze armate. Il timore dello zika virus ha caratterizzato i mesi precedenti, ma il Ministero della Sanita' brasiliana ha assicurato che i casi sono diminuiti sensibilmente. (AGI)