PIAGGIO: IL NUOVO PIANO PUNTA SU INDIA E VIETNAM, MA NON SOLO

Il Presidente e Amministratore Delegato di Piaggio RobertoColaninno ha presentato ieri sera al Consiglio diAmministrazione il Piano Strategico 2010-2013 del GruppoPiaggio.Il Piano sara' illustrato nei dettagli oggi ' giovedi'23 settembre 2010 ' nel corso del Piaggio Group Analyst andInvestor Meeting, che si svolgera' a Milano presso il Palazzodelle Stelline (corso Magenta, 61) a partire dalle ore 10:30.IlPiano e' incentrato sulla realizzazione di nuovi impiantiindustriali in India e in Vietnam, sul rafforzamento dellapresenza commerciale sui mercati asiatici attraverso nuoviprodotti e sullo sviluppo di nuove tecnologie destinate aimercati europei e americani.Il

Il Presidente e Amministratore Delegato di Piaggio RobertoColaninno ha presentato ieri sera al Consiglio diAmministrazione il Piano Strategico 2010-2013 del GruppoPiaggio.Il Piano sara' illustrato nei dettagli oggi ' giovedi'23 settembre 2010 ' nel corso del Piaggio Group Analyst andInvestor Meeting, che si svolgera' a Milano presso il Palazzodelle Stelline (corso Magenta, 61) a partire dalle ore 10:30.IlPiano e' incentrato sulla realizzazione di nuovi impiantiindustriali in India e in Vietnam, sul rafforzamento dellapresenza commerciale sui mercati asiatici attraverso nuoviprodotti e sullo sviluppo di nuove tecnologie destinate aimercati europei e americani.Il Piano prevede una forte crescitadella produttivita' industriale, attraverso interventisu:ottimizzazione ed efficienza dei sistemiproduttivi;efficienza delle strategie di acquisto rivolta allariduzione dei costi ' attraverso l'organizzazione dei centridi sourcing del Gruppo gia' operativi in Italia, India, Vietname Cina ' anche mediante la neutralizzazione degli effettivalutari e congiunturali legati ai cambi e alle materieprime.Il Piano prevede il rafforzamento di procedure dicontrollo che aumentino ulteriormente il monitoraggio dei costioperativi e consentano la riduzione delle inefficienze deicosti generali.Nell'ambito del prodotto, il Pianoprevede:l'ottimizzazione delle strategie di marketing nei varisegmenti di prodotto/mercato, con l'obiettivo di una piu'efficiente gestione dei marchi del Gruppo Piaggio;una fortecrescita della produttivita' nell'area ricerca e sviluppo, conl'obiettivo di ridurre i tempi di progettazione e collaudo deiprodotti;nuove strutture nell'ambito dei centri di sviluppoprodotto, finalizzate al costante miglioramento dell'analisivalore e orientate alla riduzione del costo del prodotto;losviluppo tecnologico di nuovi motori termici a basso impattoambientale e ridotti consumi, di motorizzazioni elettriche dinuova generazione e di propulsori ibridi;lo sviluppo el'industrializzazione di nuovi motori Diesel orientati almercato delle quattro ruote.Per quanto riguarda il business dueruote, il Piano punta su:la realizzazione di un nuovo impiantoindustriale in India, per la produzione di veicoli nei segmentiscooter e bike, con il primo lancio della Vespa nel 2012;losviluppo e l'ampliamento dello stabilimento Piaggio Vietnam,per soddisfare l'aumento della domanda di nuovi modelligenerata dai mercati del Sud Est Asiatico.Con riferimento almercato europeo, il Piano mira a consolidare la leadership neisegmenti dello scooter e ad incrementare le quote di mercatonel settore moto per i marchi Aprilia e Moto Guzzi. E' previstolo sviluppo di nuovi motori per Aprilia e il totalerinnovamento delle gamme di propulsori e prodotti del marchioMoto Guzzi.Nell'evoluzione dei mercati globali, il Pianoprevede una definizione dell'organizzazione piu' adeguata alladomanda dei prodotti in termini di qualita', prezzo eprestazioni.Il Piano mira inoltre alla definizione di unastrategia per l'ulteriore sviluppo della joint venture operantesul mercato cinese.Nel campo dei veicoli commerciali, il PianoStrategico e' orientato al consolidamento della leadership nelsettore dei veicoli a 3 ruote sul mercato indiano e allosviluppo della gamma prodotto nel settore dei veicoli a 4 ruoteper il mercato indiano e quello europeo. Questi obiettivisaranno perseguiti attraverso la progettazione e lo sviluppo dinuovi modelli a 4 ruote, dotati di innovativi propulsori Diesele Turbodiesel a bassi consumi ed emissioni.Nell'esercizio 2013e' previsto il raggiungimento di un fatturato consolidato dicirca 1.900 milioni di euro e di un Ebitda di circa 285 milionidi euro, con Ebitda margin al 15%. La gestione del cash flowsara' orientata a ridurre l'indebitamento ' con una posizionefinanziaria netta prevista a circa 300 milioni di euro nel 2013' nonche' a remunerare il capitale investito ed a garantire unlivello rilevante di investimenti in R&D.Nella seduta diieri, il Consiglio di Amministrazione ha inoltre deliberato dinominare ' per cooptazione ai sensi dell'art. 2386 del c.c. ' alla carica di Consigliere di Piaggio & C. S.p.A. AndreaParoli, in sostituzione dello scomparso Consigliere Luciano LaNoce.Nella stessa occasione sono stati nominati, insostituzione di Luciano La Noce, Michele Colaninno qualecomponente del Comitato per le Proposte di Nomina e DanieleDiscepolo quale componente del Comitato per la Remunerazione.IlConsiglio di Amministrazione ha infine nominato i Consiglieriindipendenti Daniele Discepolo, Riccardo Varaldo e LucaParavicini Crespi ' componenti il Comitato per il ControlloInterno ' quali componenti del Comitato per l'approvazionedella Procedura diretta a disciplinare le modalita' diapprovazione delle operazioni con parti correlate, nei terminiprevisti dal Regolamento Consob n. 17221 del 12.03.2010,successivamente modificato con delibera n. 17389 del23.06.2010. .