Quante chance ha il Palermo di vedere accolto il ricorso contro il Frosinone?

Sabato sera il 2-0 allo stadio Stirpe che ha condannato i rosanero ad un'altra stagione in B. Ma la società non ci sta e presenta istanza contro l'omologazione del risultato. Con 4 argomenti

Quante chance ha il Palermo di vedere accolto il ricorso contro il Frosinone?

"Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso": con questa frase di Nelson Mandela il Frosinone festeggia il ritorno in Serie A. E a giudicare la stagione dei "canarini" sintesi migliore non poteva esserci: lo hanno dimostrato dopo l'ultima giornata con il Foggia e ancor più nella gara di ritorno contro il Palermo. Con due reti di Maiello e Cino i gialloblu volano di nuovo in A, condannando i rosanero a un'altra stagione di purgatorio. Una vittoria accompagnata da qualche nota stonata: un pallone buttato in campo negli ultimi minuti del match e la presunta invasione anticipata dei tifosi. 

Il campionato di Serie B si chiude dopo 90 minuti giocati in un clima di grande nervosismo: nove cartellini gialli e Dawidowicz espulso dalla panchina. Il Palermo si indigna, Zamparini s'infuria. Il presidente rosanero Giammarva annuncia l'intenzione di presentare ricorso, anche se non è ancora chiaro per cosa. "Abbiamo preparato la riserva verso l’omologazione del risultato. Successivamente presenteremo ricorso". 

Quante chance ha il Palermo di vedere accolto il ricorso contro il Frosinone?
 Ciano Frosinone

Ricorso per cosa?

Difficile che il Palermo possa appellarsi all’errore tecnico e chiedere la ripetizione della partita per via dell’episodio del calcio di punizione fischiato ai danni di Coronado. L’arbitro La Penna ha prima indicato la punizione dal limite e poi, ha cambiato la sua decisione concedendo il rigore. Subito dopo è tornato del suo primo avviso: punizione dal limite per il Palermo. Molto più probabile invece, - si legge su La Repubblica - che gli argomenti possano riguardare il lancio dei palloni in campo per due volte dalla curva e dalla panchina del Frosinone e per l’invasione di campo che ha determinato la fine della partita. A proposito dell’invasione di campo conterà quello che ha scritto nel rapporto il direttore di gara: se ha ritenuto la partita conclusa e il risultato acquisito è un conto, se è stato costretto a rientrare insieme alle due squadre negli spogliatoi perché non c’erano più le condizioni per portare a termine la partita è ben altro fatto. Come riporta La Gazzetta dello sport però "l'arbitro ha considerato regolarmente conclusa la gara".

Il precedente

Un episodio del genere in passato per poco non costò la sconfitta a tavolino al Bari. Parliamo di campionato primavera, sfida contro il Latina. Era il 2015 ed il giudice sportivo assegnò lo 0-3 con le seguenti motivazioni: “Rilevata la particolare gravità del comportamento dei raccattapalle, protrattosi nel tempo, che, di fatto, ha inciso sul regolare svolgimento della gara, senza alcun doveroso intervento da parte della Società ospitante. Visto l’art. 17 comma 1 CGS. delibera di sanzionare la Soc. Bari, a titolo di responsabilità oggettiva, con la punizione sportiva della perdita della gara, con assegnazione di gara vinta alla Soc. Latina con il punteggio di 0-3”. I pugliesi però presentarono ricorso e - come riporta forzapalermo.it - e riuscirono ad ottenere, sempre in tribunale, l'annullamento della sconfitta a tavolino. 

Una partita molto nervosa, entrambe le squadre sono riuscite a difficilmente a tenere sotto controllo la tensione. La posta in gioco (promozione) e il pallone scotta sempre più tra i piedi dei 22 in campo. 

Quante chance ha il Palermo di vedere accolto il ricorso contro il Frosinone?

Palermo infuriato

Nel post partita Giammarva attacca anche l’allenatore del Frosinone. “Ci hanno colpito – spiega – le parole dell'allenatore Moreno Longo che ha messo in dubbio i bilanci della società. Questo è un argomento che non avrebbe dovuto mai trattare, in quanto la solidità patrimoniale della società è stata certificata dalla massima autorità giudiziaria. Ognuno deve fare il proprio lavoro, senza fare altre considerazioni inopportune. Vedremo se, come società, adire alle vie legali. È un pensiero che ho adesso e che approfondirò bene. Longo ha detto delle cose che sono fuori dall'area sportiva, è stata veramente una caduta stile e faremo le nostre riflessioni. C'è la volontà di voler difendere la società da certe aggressioni”.

Quante chance ha il Palermo di vedere accolto il ricorso contro il Frosinone?
Zamparini 

Il Frosinone "Bisogna saper perdere..."

Il Frosinone sceglie di replicare alle accuse del Palermo con un comunicato pubblicato sul sito ufficiale del club. “Stupisce – si legge – indigna ed offende l’intelligenza degli addetti ai lavori, degli sportivi e della gente comune, frusinati e no, che il massimo dirigente rosanero parli di incontro illegale, spettacolo indecoroso, vergognoso, di arbitro aggredito, minacciato, assediato e intimidito e di truffa subita. Non sappiamo quale partita abbia visto Zamparini, né ci interessa saperlo, la partita è stata diretta da 6 arbitri oltre alla presenza di numerosi rappresentanti della Procura Federale e degli ispettori di Lega che hanno decretato la regolarità della partita. Occorre a nostro avviso saper vincere e, anche, caro Palermo e caro Zamparini, saper perdere”.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it