Ruth Gbagbi, la l'Drogba del taekwondo' che vuole girare l'Africa

Ruth Gbagbi, la l'Drogba del taekwondo' che vuole girare l'Africa

Il progetto speciale della campionessa ivoriana per ispirare le persone a sentirsi 'vertice'

ruth taekwondo costa avorio africa 

©  Afp - Ruth Gbagbi

AGI - Ruth Gbagbi, atleta della Costa d'Avorio, la 'Didier Drogba del taekwondò, in caso di vittoria della medaglia d'oro olimpica della categoria fino a 67 chilogrammi ha un progetto speciale da realizzare.

Pochi festeggiamenti ma un tour per tutta l'Africa. "Vorrei attraversare tutta l'Africa per ispirare le persone, ho la sensazione che gli africani guardino sempre in basso e quindi vorrei mandare il messaggio agli africani che possono anche loro essere al vertice e non solo in basso", dice la 27enne atleta di Abidjan, bronzo olimpico cinque anni fa a Rio de Janeiro e prima donna a conquistare una medaglia ai Giochi.

"Non rappresento solo la Costa d'Avorio, rappresento tutta l'Africa e mi fa piacere quando vedo una vittoria africana - ha aggiunto Gbagbi -. Quando ero giovane il canale televisivo locale e' venuto a filmarmi a casa e ho detto che volevo essere il Didier Drogba del taekwondo ivoriano".