Daniele De Rossi entra nello staff della Nazionale

Daniele De Rossi entra nello staff della Nazionale

L'ex centrocampista azzurro è da oggi ufficialmente nel gruppo dei collaboratori tecnici della Nazionale guidata da Roberto Mancini 

Calcio Figc De Rossi nazionale

© PATRICIA DE MELO MOREIRA / AFP
 
- Daniele De Rossi

AGI - La Nazionale riabbraccia Daniele De Rossi. L’ex centrocampista azzurro è da oggi ufficialmente nel gruppo dei collaboratori tecnici della Nazionale guidata da Roberto Mancini: si affiancherà a Chicco Evani, Attilio Lombardo, Giulio Nuciari e Fausto Salsano, per iniziare una nuova avventura, questa volta in panchina. De Rossi, che questa mattina nella sede della Figc a Roma ha firmato il contratto che lo lega alla Nazionale fino al termine dell’Europeo, sarà già domenica a Coverciano, sede del ritiro dell’Italia in vista degli incontri con Irlanda del Nord, Bulgaria e Lituania, tornando in quel luogo nel quale per anni è stato uno degli assoluti protagonisti. 

 "Sono orgoglioso di iniziare questa nuova carriera con la Nazionale e ringrazio sia il presidente Gravina che il Ct Mancini per la fiducia e l'opportunità" ha commentato Daniele De Rossi.     

Campione del Mondo nel 2006 e vice campione d’Europa nel 2012, De Rossi ha iniziato il suo cammino in Nazionale nel novembre 2001 con l’Under 19. Ha collezionato 4 presenze con la Nazionale Under 20 per poi mettere in bacheca i suoi primi trofei con l’Under 21. L’8 giugno 2004 ha realizzato nella finale con la Serbia e Montenegro una delle tre reti che hanno regalato all’Italia il quinto titolo continentale di categoria, un successo a cui ha fatto seguito la medaglia di bronzo conquistata nei Giochi Olimpici di Atene 2004. 

Indimenticabile l’esordio con la Nazionale maggiore, coinciso 4 settembre 2004 con il primo gol, decisivo per la vittoria con la Norvegia in una gara valida per le qualificazioni al Mondiale del 2006.

Un Mondiale che ha segnato per sempre la carriera dell’ex centrocampista azzurro, iniziato male con l’espulsione rimediata nel secondo match della fase a gironi con gli Stati Uniti e chiuso in gloria. Nella finalissima con la Francia, rientrato tra i convocati dopo quattro giornate di squalifica, Daniele calciò e trasformò il terzo dei cinque rigori che consentirono all’Italia di alzare al cielo la quarta Coppa del Mondo della sua storia.         

Con la Nazionale ha preso parte a tre Mondiali, tre Campionati Europei e due Confederations Cup, collezionando complessivamente 133 convocazioni e 117 presenze, quarto nella classifica degli Azzurri con più presenze alle spalle di Gigi Buffon, Fabio Cannavaro e Paolo Maldini. Le 21 reti realizzate fanno di lui il 12esimo miglior marcatore azzurro, secondo centrocampista più prolifico dopo Adolfo Baloncieri.

Se quella tra De Rossi e la Nazionale è stata una lunga e felice storia d’amore, amaro è stato l’epilogo, con la decisione di lasciare la maglia azzurra nel novembre 2017 dopo la sconfitta nel play off Mondiale con la Svezia.

 All'ex capitano giallorosso giungono anche gli auguri della As Roma: "In bocca al lupo Daniele per questa nuova avventura".