Giro d'Italia, Jos van Emden accusa: troppe persone estranee negli hotel

Giro d'Italia, Jos van Emden accusa: troppe persone estranee negli hotel

Il ciclista olandese compagno di  Kruijswijk alla Jumbo-Visma,  accusa l'organizzazione del Giro 

giro covid ciclisti 

©   Afp -   Giro d'Italia numero 101

Nove positivi al Covid-19 : tre corridori, Simon Yatres della Mitchelton, Steven Kruijswijk della Jumbo-Visma , Michael Matthews della Sunweb, e sei membri dello staff contagiati, sono i numeri del contagio da coronavirus per il momento accertati all’interno della ‘mega bolla’ del Giro d’Italia di ciclismo.

Ad accusare l’organizzazione è il ciclista olandese Jos van Emden, compagno di Kruijswijk alla Jumbo-Visma, che parlando a The Cycling Podcast, ha parlato di errori nella gestione degli hotel che nei giorni scorsi hanno ospitato le squadre.

 “Sin dai primi hotel, al buffet erano presenti persone che non facevano parte della bolla. Dieci squadre in due alberghi con altri ospiti è stato senza dubbio un errore – ha detto van Emden –. Colleghi della Deceuninck-Quick Step e i Mitchelton-Scott mi ha detto che la situazione era identica da loro e non ho dubbio dove abbia preso il Covid, Simon Yates. Si dovrebbe essere protetti dalle persone che dirigono questo sport”.