Il Cio premia lo sport italiano per il video simbolo della lotta alla pandemia

Il Cio premia lo sport italiano per il video simbolo della lotta alla pandemia

Protagonisti sono gli atleti azzurri, da Brignone alla Paltrinieri, e rappresenta il sostegno del mondo olimpico ai sanitari.

coronavirus covid-19 cio olimpiadi #italiaconvoi

Lo sport italiano vince anche quandogli atleti si fermano per il coronavirus. Il Comitato Olimpico Internazionale, infatti, in occasione della Giornata mondiale della sanità 2020, ha scelto come video simbolo della lotta contro la pandemia di Covid-19, il toccante video #ItaliaConVoi che ha visto protagonisti gli atleti dell’Italia Team. Il filmato, prodotto dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, aveva visto alcuni dei grandi nomi dello sport azzurro dei giorni nostri uniti in “enorme grazie” rivolto ai medici e infermieri impegnati in questo momento difficile.

È la prima volta che il Cio sceglie come video simbolo l’Italia dello sport per una particolare ricorrenza. In onore della Giornata mondiale della sanità, il Cio si unisce ringraziando tutti gli operatori sanitari in prima linea in tutto il mondo. Protagonisti del video organizzato dal Coni sono i fuoriclasse del calibro della fiorettista Elisa Di Francisca, della snowboarder Michela Moioli, della sciatrice Federica Brignone, del nuotatore Gregorio Paltrinieri, del pallavolista Ivan Zaytsev, della nuotatrice Federica Pellegrini, della biatleta Dorothea Wierer, della nuotatrice Simona Quadarella, del lottatore Frank Chamizo e della pallavolista Paola Egonu.

Tra le citazioni del Cio figurano anche scritti e testimonianze di altri atleti. La campionessa olimpica in carica di judo dei 48 kg, Paula Pareto, dopo aver trascorso due settimane in isolamento al rientro da una gara a Ekaterinburg, è tornata all'ospedale di San Isidro a nord di Buenos Aires dove lavora come medico ortopedico. L’ex portiere olandese di hockey su prato, Joyce Sombroek, oro a Londra 2012  e argento a Rio de Janeiro 2016, ritiratasi causa ricorrenti problemi all’anca, è impegnata nella macchina dei soccorsi in Olanda. Il portiere della nazionale di hockey australiana, Rachael Lynch è infermiera a Perth.