Nazionale: domani sfida con la Norvegia, Conte spegne polemiche

(AGI) - Oslo, 8 set. - Unire, non dividere. I casi Lotito eChiellini sono ormai archiviati e possono, anzi devono, servireda insegnamento (soprattutto quello dello juventino) per ilfuturo. Nella prima conferenza stampa alla vigilia di un matchche vale tre punti e che da' il via al lungo cammino verso gliEuropei del 2016, Antonio Conte si traveste da pompiere espegne le due polemiche sorte all'indomani (o poco dopo) dellabella vittoria di Bari sull'Olanda. Se il presidente dellaLazio, tacciato di eccessivo presenzialismo al "San Nicola","ha tutto il diritto di venire con la Nazionale

(AGI) - Oslo, 8 set. - Unire, non dividere. I casi Lotito eChiellini sono ormai archiviati e possono, anzi devono, servireda insegnamento (soprattutto quello dello juventino) per ilfuturo. Nella prima conferenza stampa alla vigilia di un matchche vale tre punti e che da' il via al lungo cammino verso gliEuropei del 2016, Antonio Conte si traveste da pompiere espegne le due polemiche sorte all'indomani (o poco dopo) dellabella vittoria di Bari sull'Olanda. Se il presidente dellaLazio, tacciato di eccessivo presenzialismo al "San Nicola","ha tutto il diritto di venire con la Nazionale in qualita' diconsigliere federale, l'importante e' che non entri neldiscorso calcistico", la querelle con la sua ex squadra, laJuventus, per la gestione di Giorgio Chiellini, puo' essere unesempio da cui ripartire per non commettere piu' gli stessierrori: "Ci servira' da esperienza per perfezionare situazionisimili ed essere pronti per gestire queste situazioni infuturo, ambo i lati. Sono qui per unire e non per dividere, e'l'unione che fa la forza", e' il ritornello utilizzato dal ctazzurro, secondo cui quello della Juventus "non e' uno sgarboma un episodio, un fraintendimento. Abbiamo bisogno di tuttiperche' siamo tutti sulla stessa barca e vogliamo tuttiriportare la Nazionale al livello che merita". Messa a tacerela fame di titoli dei giornalisti presenti all'"Ullevall",Conte si butta sulla partita contro una Norvegia "ostica,l'abbiamo visto contro l'Inghilterra, dove ha sfiorato lavittoria a Wembley. E' una partita da prendere con le molle.Serve rispetto per tutti e lo abbiamo visto anche con irisultati di ieri. Non c'e' niente di facile, la Norvegia e'una buona squadra con buoni elementi, metteranno in campoagonismo e intensita', le ripartenze. Dovremo fare grandeattenzione". "Sereno ed emozionato" per il 'vero' debutto sullapanchina azzurra, Conte non esplicita la formazione ("Giochera'Buffon, per il resto dai, l'avete gia' capita...") e parladella sua attitudine che lo ha portato a essere un allenatorevincente: "Non penso che le vittorie possano essere l'unicasoluzione per la credibilita' - spiega l'ex tecnico bianconero-. Io la credibilita' me la devo guadagnare giorno per giornocon i comportamenti e gli insegnamenti, cercando sempre diavere rispetto e pretendendolo. La credibilita' per unallenatore viene data giorno per giorno. Puoi fare benissimo,ma basta un giorno per farla svanire". "Anch'io ho fatto ilcalciatore e so benissimo che ci sono situazioni di tempolibero in cui ti diverti, mangi un piatto di pasta in piu'. E'tempo libero che non ho mai controllato, perche' non sonobambini ma uomini, e se scelgono di fare i professionisti lofanno sempre. Io - ribadisce Conte - sono una persona che cercadi far rispettare le regole, che cerca di far lavorare icalciatori nella maniera piu' seria possibile. Se questo portaa essere diverso allora inizio a preoccuparmi io...".Un brevecenno sulla Ferrari e sulle sue difficolta' ("E' come laNazionale, speriamo torni presto a vincere"), quindi la parolapassa a un suo fedelissimo, Leonardo Bonucci, che sul casoChiellini dice: "A Giorgio avrebbe fatto piacere rimanere quicon noi, perche' era il primo ritiro del mister e ci teneva afarne parte perche' sappiamo tutti come e' fatto, pero' daparte della Juventus credo ci sia stato il bisogno e lanecessita' di capire le reali condizioni di Giorgio visto cheabbiamo tante partite ravvicinate e in difesa siamo contati. LaJuve non ha imposto il proprio potere ma voleva valutare lecondizioni di Giorgio per gli impegni futuri". "In una squadradi calcio - aggiunge parlando del sistema-Conte - c'e' unallenatore che decide, sta a noi calciatori a rispettare leregole, questo e' il segreto delle vittorie. La Norvegia?L'abbiamo iniziata a studiare due giorni fa, il loro modulo4-5-1 permette loro di sfruttare le qualita' degli esterni e unreparto d'attacco di qualita'". Al suo fianco domani ci sarannoRanocchia, che ben conosce dai tempi di Bari, e Astori: "ConChiellini c'e' un'intesa stupenda ma abbiamo avuto lapossibilita' con Davide di lavorare e parlare, anche parlandoci si aiuta in campo. Si e' visto contro l'Olanda, siamoriusciti ad applicare una fase difensiva ottima in pochigiorni". (AGI).