Mondiali Russia e Qatar: bufera sulla Fifa, "stravolto rapporto"

(AGI) - Zurigo, 13 nov. - Bufera sulla Fifa dopo la confermadell'assegnazione dei mondiali a Russia e Qatar per il 2018 e2022. Michael Garcia, capo ispettore dell'inchiesta, hapreannunciato appello contro l'archiviazione del caso e hadenunciato che la Federcalcio mondiale ha fornito una lettura"erronea e incompleta" del rapporto finale sui sospetti dicorruzione che aleggiano sull'assegnazione delle due edizionidei mondiali. Garcia e' intervenuto dopo che il presidente del comitatoetico Fifa aveva annunciato che l'assegnazione non era messa indubbio dagli esiti del rapporto, da cui non sarebbero emerseprove di alcuna corruzione a parte

(AGI) - Zurigo, 13 nov. - Bufera sulla Fifa dopo la confermadell'assegnazione dei mondiali a Russia e Qatar per il 2018 e2022. Michael Garcia, capo ispettore dell'inchiesta, hapreannunciato appello contro l'archiviazione del caso e hadenunciato che la Federcalcio mondiale ha fornito una lettura"erronea e incompleta" del rapporto finale sui sospetti dicorruzione che aleggiano sull'assegnazione delle due edizionidei mondiali. Garcia e' intervenuto dopo che il presidente del comitatoetico Fifa aveva annunciato che l'assegnazione non era messa indubbio dagli esiti del rapporto, da cui non sarebbero emerseprove di alcuna corruzione a parte "qualche trasgressione moltolimitata". In un documento di 42 pagine, il comitato harilevato che i comportamenti tenuti dagli 11 Paesi candidatisono "ben lontani dal richiedere una riapertura del processo diassegnazione delle due edizioni del mondiale". Sulla polemica e' intervenuto il segretario generale dellaFifa, Jerome Valcke, il quale ha lamentato che Garcia vogliaappellarsi contro la decisione di un organismo di cui luistesso fa parte. "E' triste che i direttori del Comitato eticoabbiamo opinioni differenti su temi cosi' importanti", hadichiarato Valcke. (AGI) Sar (Segue)Calcio: capo ispettore a Fifa, stravolto rapporto suRussia-Qatar (2)=(AGI/AFP/REUTERS) - Zurigo, 13 nov. - In pratica dal rapportodel Comitato etico e' venuta un'autoassoluzione della Fifa pertutto il processo di selezione delle due sedi, culminato nelladecisione del dicembre 2010. E questo a dispetto delle lungheombre emerse nell'inchiesta e con l'aggravante che il rapportonon sara' pubblicato. "La valutazione del processo di candidatura per le Coppedel Mondo 2018-22 e' chiuso per la Commissione etica", haspiegato Hans-Joachim Eckert, presidente della cameragiudicante della Commissione, "la Camera inquirente non hariscontrato alcuna violazione di norme e regolamenti. Ilprocesso di assegnazione e' stato ben pensato, solido eprofessionale". Ma il procuratore della Fifa Garcia, un ex avvocatoamericano, ha ribattuto che il rapporto del giudice Eckert"contiene numerose rappresentazioni dei fatti materialmenteincomplete ed errate". L'unica concessione fatta dalla Fifa ai tanti sospetti dicorruzione e' dato dall'annuncio che in futuro non intendeaffidare piu' la decisione dell'assegnazione dei mondiali alsuo Esecutivo ma al Congresso, che e' piu' rappresentativo eteoricamente meno corruttibile. Per il resto la federcalciomondiale si e' detta compiaciuta degli esiti del rapporto e haauspicato che "ora si possano continuare i preparativi per leedizioni del mondiale di Russia 2018 e Qatar 2022 che sono gia'a buon punto". Sull'edizione in Qatar c'e' anche incertezza sulperiodo in cui si disputera', dato che giugno luglio appaionoimpraticabili per il caldo eccessivo. (AGI)