Mondiali ciclismo: Cassani "Non contento ma sono sereno"

(AGI) - Roma, 29 set. - "Non sono contento ma sono serenoperche' ci siamo giocati il Mondiale fino alla fine. Sapevamodi non avere l'uomo per l'ultimo strappo, per l'ultima salita,cosi' abbiamo provato ad anticipare i tempi. Non ho nulla darimproverare ai miei ragazzi, hanno dato tutti il massimo, acominciare da Nibali. Sapevamo che non aveva la condizione delTour, che era al 70%-80% ma e' stato il nostro leader e hafatto tutto quello che poteva". Cosi' Davide Cassani, ctdell'Italbici, all'indomani della gara in linea del Mondiale diPonferrada che non ha sorriso ai

(AGI) - Roma, 29 set. - "Non sono contento ma sono serenoperche' ci siamo giocati il Mondiale fino alla fine. Sapevamodi non avere l'uomo per l'ultimo strappo, per l'ultima salita,cosi' abbiamo provato ad anticipare i tempi. Non ho nulla darimproverare ai miei ragazzi, hanno dato tutti il massimo, acominciare da Nibali. Sapevamo che non aveva la condizione delTour, che era al 70%-80% ma e' stato il nostro leader e hafatto tutto quello che poteva". Cosi' Davide Cassani, ctdell'Italbici, all'indomani della gara in linea del Mondiale diPonferrada che non ha sorriso ai colori azzurri, premiando ilpolacco Michal Kwiatkowski. "Non ha rubato nulla e ha fatto benissimo quest'anno, masia Visconti che De Marchi, se avessero trovato la giustacollaborazione, sarebbero potuti arrivare in fondo - spiegaCassani ai microfoni di 'Radio Anch'io lo Sport' su Radiouno -Nibali? Ha ancora fame, quando e' finito il Tour mi ha dettoche voleva fare il campionato del mondo. Lui corre per unasquadra straniera e voleva onorare e rappresentare la suanazione almeno un giorno all'anno. Ho visto in tutti un grandeattaccamento alla maglia e sono abbastanza ottimista - continua- abbiamo pochi corridori per le gare da un giorno, ma ci sonocorridori come Colbrelli e non solo che potranno dire la loro.Abbiamo perso una generazione e abbiamo poche squadre adaltissimo livello, per questo i nostri giovani non possonopartecipare a certe gare. Colbrelli era decimo all'ultimostrappo, ma non ha l'esperienza di altri nel Fiandre, nellaRoubaix o nella Freccia Vallone". Nonostante sia andata male,quella di ieri per Cassani "e' una giornata che nondimentichero' mai perche' ricca di emozioni, timori, tensioni.Me la sono goduta dal primo fino al quint'ultimo chilometro,quando ho visto Nibali sedersi non ci ho sperato piu'. Ma comedicevano Ballerini e Martini si puo' anche partire con unasconfitta". (AGI).