Mancini contro gli oriundi, "Nazionale solo a chi e' nato qui"

(AGI) - Roma, 23 mar. - L'Italia agli italiani. E' lo sloganutilizzato da Roberto Mancini, convinto che la stradaintrapresa dal ct azzurro Antonio Conte, quella di aprire leporte della Nazionale ad oriundi come Eder e Vazquez, siasbagliata. "La Nazionale italiana deve essere italiana - e' ilpensiero del tecnico dell'Inter, espresso a margine dellariunione a Fiumicino tra arbitri, allenatori, dirigenti ecapitani di Serie A - Se sono d'accordo con questeconvocazioni? Non so, vediamo, pero' ho la mia idea, laNazionale deve essere italiana". Mancini rimanda poi almittente l'esempio della Germania campione del

(AGI) - Roma, 23 mar. - L'Italia agli italiani. E' lo sloganutilizzato da Roberto Mancini, convinto che la stradaintrapresa dal ct azzurro Antonio Conte, quella di aprire leporte della Nazionale ad oriundi come Eder e Vazquez, siasbagliata. "La Nazionale italiana deve essere italiana - e' ilpensiero del tecnico dell'Inter, espresso a margine dellariunione a Fiumicino tra arbitri, allenatori, dirigenti ecapitani di Serie A - Se sono d'accordo con questeconvocazioni? Non so, vediamo, pero' ho la mia idea, laNazionale deve essere italiana". Mancini rimanda poi almittente l'esempio della Germania campione del mondo: "Nonhanno oriundi, i loro giocatori sono nati in Germania... La miaopinione e' che meriti la maglia azzurra un giocatore nato inItalia, chi invece non e' nato in Italia, anche se ha deiparenti, credo non la meriti". (AGI)