Inter: Mancini deluso "abbiamo avuto le palle per pareggiare"

(AGI) - Milano, 1 mar. - "Sapevamo che la Fiorentina eraun'ottima squadra, che nei primi 20 minuti ci ha messo indifficolta'. E' stata una partita equilibratissima, poi lorohanno fatto gol e alla fine abbiamo creato tante occasioni, seriusciamo a pareggiare prima magari potevamo vincerla anche".Roberto Mancini analizza cosi' lo scivolone casalingo contro laFiorentina arrivato dopo tre successi di fila e laqualificazione agli ottavi di Europa League. "Dopo tutte questepartite forse magari il nostro inizio e' stato titubante, ma cipuo' stare - racconta l'allenatore dell'Inter ai microfoni diSky Sport -. Abbiamo

(AGI) - Milano, 1 mar. - "Sapevamo che la Fiorentina eraun'ottima squadra, che nei primi 20 minuti ci ha messo indifficolta'. E' stata una partita equilibratissima, poi lorohanno fatto gol e alla fine abbiamo creato tante occasioni, seriusciamo a pareggiare prima magari potevamo vincerla anche".Roberto Mancini analizza cosi' lo scivolone casalingo contro laFiorentina arrivato dopo tre successi di fila e laqualificazione agli ottavi di Europa League. "Dopo tutte questepartite forse magari il nostro inizio e' stato titubante, ma cipuo' stare - racconta l'allenatore dell'Inter ai microfoni diSky Sport -. Abbiamo avuto le palle per pareggiare la partita,non solo quella di Palacio, anche se era un'occasione clamorosae se fosse arrivata la palla a Icardi magari sarebbe statol'1-1, pero' siamo stati bravi. Se rifarei le stesse scelte?Sono due squadre che giocano, che han tentato di vincere, forsenel primo tempo non abbiamo avuto tantissime occasioni, poidopo il gol abbiamo subito poco e potevamo pareggiarlatranquillamente.Dobbiamo comunque essere contenti per lareazione che c'e' stata contro una Fiorentina che e' un'ottimasquadra. Icardi non andra' via neanche per 40 milioni? Era piu'importante vincere stasera". Fanno discutere le scelte inizialidel tecnico jesino, con Kovacic e Podolski in campo e Shaqiriin panchina: "Shaqiri e' entrato e ha fatto benissimo, ma nonha giocato dall'inizio perche' ha giocato giovedi' e pensavoche Mateo potesse darci di piu', anche Podolski poteva far dipiu'. Lukas - sottolinea - deve far di piu', cosi' non e'abbastanza, sappiamo che puo' dare molto di piu' e speriamo chelo faccia". La zona Champions si allontana irrimediabilmentema, come detto ieri in conferenza stampa, non e' ancora ilmomento di scegliere di puntare tutto sull'Europa League. "Nonpossiamo scegliere gli obiettivi perche' il campionato e' lungo- osserva Mancini -.Siamo su due obiettivi, se tra 5 giornatesiamo a -10 dal Napoli e siamo ancora in Europa League, alloramagari puntiamo sull'Europa". "Credo che il problema iniziale -spiega tornando alla partita - sia stata quello di essere pocoaggressivi, un po' titubanti, dovevamo essere piu' sfacciaticredo, pero' speravamo di poter fare di piu' in attacco einvece non abbiamo fatto molto.Non posso comunque rimproverareniente ai miei. Shaqiri doveva giocare dall'inizio? Troppofacile dirlo alla fine...Per come e' entrato sicuramente si',ma lui e' bravo, Kovacic e' bravo. Mateo ha giocato bene aCagliari con Mauro e Podolski, pensavo potessero fare meglio".(AGI)