Grande Guerra: al via ciclopedalata sulle strade del conflitto

(AGI) - Roma, 1 lug. - Parte il 6 luglio la "Ciclopedalatasulle strade della Grande Guerra", manifestazione che vedra'una trentina di cicloamatori pedalare per sette giorni lungo lestrade e le localita' trentine, venete, friulane, altoatesine,slovene e austriache al centro delle sanguinose battagliecombattute durante la Prima Guerra Mondiale. La ciclopedalatae' organizzata dall'Associazione culturale "Pedalando nellaStoria - Maurice Garin" e vedra', tra gli altri, lapartecipazione di diversi atleti non vedenti che pedaleranno sutandem. I partecipanti avranno l'opportunita' di visitare iprincipali sacrari militari (Redipuglia, Asiago, Nervesa dellaBattaglia, Caporetto), i numerosi Musei disseminati

(AGI) - Roma, 1 lug. - Parte il 6 luglio la "Ciclopedalatasulle strade della Grande Guerra", manifestazione che vedra'una trentina di cicloamatori pedalare per sette giorni lungo lestrade e le localita' trentine, venete, friulane, altoatesine,slovene e austriache al centro delle sanguinose battagliecombattute durante la Prima Guerra Mondiale. La ciclopedalatae' organizzata dall'Associazione culturale "Pedalando nellaStoria - Maurice Garin" e vedra', tra gli altri, lapartecipazione di diversi atleti non vedenti che pedaleranno sutandem. I partecipanti avranno l'opportunita' di visitare iprincipali sacrari militari (Redipuglia, Asiago, Nervesa dellaBattaglia, Caporetto), i numerosi Musei disseminati lungo ilpercorso (Redipuglia, Caporetto, Monte Piana e Passo Falzarego)e di transitare per le tante localita' del Nord-Est in cui sonotuttora presenti le testimonianze della Grande Guerra. Comegia' avvenuto in occasione delle precedenti ciclopedalatestorico-rievocative organizzate negli ultimi cinque anni, anchenel corso della "Ciclopedalata sulle strade della GrandeGuerra" sono previsti diversi incontri con i rappresentantidelle amministrazioni locali e con le autorita' militari deiprincipali centri attraversati per brevi cerimoniecommemorative. Il percorso si sviluppera' tra le due citta'simbolo dell'irredentismo italiano, Trento (sede di partenza edi arrivo) e Trieste, con sconfinamento in Slovenia e inAustria. Dopo la cerimonia di partenza a Trento, con labenedizione del vescovo nella piazza del Duomo, i ciclistiraggiungeranno l'altopiano dei Sette Comuni, visiteranno ilSacrario Militare di Asiago, sosteranno sul Ponte degli Alpinia Bassano del Grappa, transiteranno per il Montello con sostapresso il Sacrario di Nervesa della Battaglia alla presenzadegli Alpini e, dopo aver attraversato il Piave, affronterannola lunga pianura friulana fino a Palmanova e di li' aRedipuglia (visita del sacrario Militare e del Museo dellaGrande Guerra. Punteranno poi su Trieste dove saranno ricevutidal sindaco nel Palazzo del Comune ed effettueranno la sostaper il pranzo presso l'Istituto per ciechi Rittmeyer. .

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it