Gp Canada: Hamilton cala poker, Ferrari fuori da podio

(AGI) - Roma, 8 giu. - Nervoso nelle due giornate di prove, acaccia della prestazione al limite, Lewis Hamilton, ottenuta lapole position ha messo dietro il compagno di squadra NicoRosberg che l'aveva battuto a Monaco per l'errore del team enon gli ha permesso mai di avvicinarsi in gara. Il campione delmondo scrive per la quarta volta il proprio nome sul palmaresdel circuito di Montreal che nel 2007 gli regalo' il primosuccesso in un Grand Prix. La 37a vittoria in carriera che gliconsente di riallungare sul compagno di team nella classificapiloti, riportandosi

(AGI) - Roma, 8 giu. - Nervoso nelle due giornate di prove, acaccia della prestazione al limite, Lewis Hamilton, ottenuta lapole position ha messo dietro il compagno di squadra NicoRosberg che l'aveva battuto a Monaco per l'errore del team enon gli ha permesso mai di avvicinarsi in gara. Il campione delmondo scrive per la quarta volta il proprio nome sul palmaresdel circuito di Montreal che nel 2007 gli regalo' il primosuccesso in un Grand Prix. La 37a vittoria in carriera che gliconsente di riallungare sul compagno di team nella classificapiloti, riportandosi a +17 sul tedesco. Il vincitore diMonte-Carlo ha provato a stare dietro al team-mate, ma non e'mai riuscito a portarlo a meno di un secondo per usare l'alamobile e provare ad attaccarlo per strappargli la primaposizione e la vittoria. Alla fine si e' accontentato dellaseconda piazza, regalando alla Mercedes la quinta doppietta susette gare. Il team d'argento, poi, spegne un po' le speranzedella Ferrari di avvicinarsi alle prestazioni della W06 dopol'utilizzo dei tre gettoni per aumentare la potenza dellapropria power unit. Certo quanto successo ieri in qualifica aSebastian Vettel e oggi a Kimi Raikkonen in gara, con lo stessoerrore nello stesso punto della passata edizione, non hannopermesso alle rosse di stare vicino alle frecce d'argento percapire il vero divario. Il testacoda del finlandese al 28°giro, con il danneggiamento delle gomme ed un secondo pit stop,ha regalato alla Williams-Mercedes del connazionale ValtteriBottas il terzo posto finale, facendo scendere per la primavolta la Ferrari dal podio dall'inizio della stagione. Unrisultato che ha fatto arrabbiare Maurizio Arrivabene chevoleva mantenere la posizione dietro alle Mercedes. SeRaikkonen ha buttato alle ortiche un terzo posot facile, grandeprestazione di Sebastian Vettel. Il tedesco, partito dallapenultima fila dalla piazzola numero 18 e' alla fine arrivatoalle spalle del compagno di squadra. Indovinata la strategia dientrare al pit stop all'11° giro per toglierlo dal traffico epoi al 36A° per poi arrivare fino in fondo con un passo garadavvero promettente, a livello di quello delle Mercedes. Ilquattro volte iridato e' sempre terzo con 108 punti, mentreKimi e' quarto con 72. Vettel per due volte ha attaccato esuperato la McLaren di Fernando Alonso che navigava nelleretrovie, fino al ritiro, forse per un problema alla power unitHonda. Deciso anche l'attacco alla Force India di NicoHulkenberg che e' stato sotto investigazione, ma che e' statoconsiderato regolare dall'ex campione del mondo Alan Jones.Alle spalle di Vettel, altra grande prestazione da parte diFelipe Massa. Il paulista, partito dalla 15a posizione harecuperato fino alla sesta, battagliando con la Lotus-Mercedesdi Pastor Maldonado, buon settimo al traguardo e ultimo deipiloti a pieni giri. A chiudere nei punti, ma doppiati,Hulkenberg, Daniil Kvyat con la red Bull e Romain Grosjean conla seconda Lotus. Solo tredicesimo Daniel Ricciardo, vincitoredella passata edizione con la Red Bull. Ritirata anche l'altraMcLaren di Jenson Button che era partito ultimo. (AGI).