Max Verstappen il predestinato, papà sarà orgoglioso di me

Montemelo' - "Mi sento in modo straordinario e non riesco ancora a credere che t...

Max Verstappen il predestinato, papà sarà orgoglioso di me
Max Verstappen (Afp) 

Montemelò - "Mi sento in modo straordinario e non riesco ancora a credere che tutto questo sia successo. E' stata una gara grandiosa e voglio dire grazie al team che mi ha messo a disposizione una macchina fantastica. Vincere immediatamente regala un'emozione fantastica". Con queste parole, da pilota maturo e navigato, il 18enne Max Verstappen ha commentato a caldo la sua impresa che difficilmente sarà eguagliata: ha vinto il suo primo Gp di Formula 1 a un'età in cui si è appena patentati. Il giovanissimo campione della Red Bull dedica il suo primo pensiero a suo padre, Jos Verstappen, modesto ex pilota compagno di squadra nel 1994 di Michael Schumarcher (che vinse il mondiale, mentre l'olandese ottenne solo due trezui positi e arrivò decimo) e successivamente alla Arrows e Tyrrel: "Ho iniziato a guidare da piccolo e mio padre mi ha aiutato tanto. Sono sicuro che sarà orgoglioso della mia vittoria".

Papà Jos fu protagonista nel 1994 a Hockenheim di un incredibile incidente ai box quando la sua monoposto prese fuoco per fuoriuscita di benzina. Il pilota rimase incredibilmente illeso. 

Quello di Max Verstappen al Gran Premio di Spagna è stato un trionfo inaspettato, favorito dall'incredibile incidente al primo giro con le Mercedes di Hamilton e Rosberg che si sono di fatto autoeliminate. Ottimo piazzamento per le Ferrari: secondo posto per Raikkonen, terzo per Vettel. Verstappen, appena promosso al posto di Daniil Kvyat, retrocesso alla Toro Rosso, e' il piu' giovane pilota ad aver mai vinto in Formula 1. Dietro Vettel, terzo, si e' piazzato Daniel Ricciardo, sfortunatissimo per una foratura mentre duellava per la terza posizione. A seguire Bottas (Williams) e Sainz (Toro Rosso). A punti anche Perez (Force India), Massa (Williams), Button (Mclaren-Honda) e Kvyat (Toro Rosso). (AGI)