Gp Austria, pole position per Hamilton

Sebastian Vettel partirà nono, "sono comunque contento"

Gp Austria, pole position per Hamilton
Lewis Hamilton, Mercedes (afp) 

Spielberg (Austria) - Lewis Hamilton partira' davanti a tutti nel Gran Premio d'Austria, nono appuntamento stagionale del Mondiale di Formula Uno in programma sul circuito di Spielberg. Il pilota anglo-caraibico della Mercedes ferma il cronometro a 1'07"922 centrando la pole position numero 54 della carriera, la quinta della stagione dopo Australia, Bahrain, Spagna e Canada. Hamilton, alla seconda pole di fila in Austria, infligge oltre mezzo secondo al compagno di squadra Nico Rosberg che pero', per la sostituzione del cambio, sara' retrocesso di cinque posizioni. In prima fila con Hamilton ci sara' cosi' Nico Hulkenberg con la Force India, seguito da Jenson Button e Kimi Raikkonen in seconda: entrambi approfittano della penalita' di Sebastian Vettel (anche nel suo caso per il cambio), che in qualifica centra il quarto tempo ma scivolera' come Rosberg di cinque posizioni. Settimo crono per Daniel Ricciardo (Red Bull), seguito da Valtteri Bottas (Williams), Max Verstappen (Red Bull) e Felipe Massa (Williams). Erano rimasti fuori dalla lotta per la pole Esteban Gutierrez (Haas), Pascal Wehrlein (prima volta per la Manor nel Q2), Romain Grosejan (Haas) e Fernando Alonso (McLaren) oltre a Carlos Sainz e Sergio Perez, nemmeno scesi in pista dopo i problemi accusati nel Q1: il pilota della Toro Rosso ha dovuto fare i conti con la rottura del motore, per il messicano della Force India cedimento della sospensione. La prima manche aveva visto invece l'eliminazione delle Renault di Kevin Magnussen e Jolyon Palmer, Ryo Haryanto (Manor), Daniil Kvyat (Toro Rosso) - protagonista di un brutto fuori pista alla curva 9, anche lui per il cedimento della sospensione con bandiera rossa a 1'44" dalla fine - e le Sauber di Marcus Ericsson e Felipe Nasr.

"Cercheremo di fare meglio domani, la macchina ha funzionato bene finora, la gara sara' difficile per tutti, soprattutto nel far durare le gomme". Kimi Raikkonen e' gia' proiettato verso la gara dopo una qualifica non ottimale: sesto tempo per il finlandese che pero', grazie alle penalita' di Rosberg e Vettel, partira' in seconda fila. "Era difficile capire dove era asciutto e dove no, alla fine non sono riuscito a spingere a sufficienza in tutti i tratti", confessa Raikkonen, che pero' avra' il vantaggio di partire con le supersoft: "Vedremo come sara' il meteo, come andranno le cose. E' stata una giornata discreta ma le condizioni sono cambiate e non siamo riusciti a sfruttarle al meglio".

Quarto tempo nella Q3 e nono posto in griglia per la sostituzione del cambio, Sebastian Vettel si dice comunque contento della sua prestazione, nonostante nella Q2 la Ferrari sia andata meglio. "Non credo che ci sia mancato qualcosa, ha influito solo il tempo in cui attraversi il traguardo, piu' tardi lo fai e meglio si asciuga la pista. Dipende da quanti rischi vuoi prendere. Io sono contento di me stesso. I tre che mi sono davanti in griglia hanno rischiato di piu'", racconta Sebastian Vettel. Domani, comunque, partira' con le gomme soft cosi' come il suo compagno di squadra Raikkonen, mentre le due Mercedes e la Force India di Hulkenberg calzeranno le ultrasoft che, secondo quello che si e' visto nelle libere del venerdi' durano due-tre giri. "Speriamo che la scelta che abbiamo fatto sia la migliore. Ma se sara' vero o meno lo vedremo domani". (AGI)