Fifa: parla Blatter, "Platini? Perdono ma non dimentico"

(AGI) - Zurigo (Svizzera), 30 mag. - All'indomani dellaconquista del quinto mandato alla guida della Fifa, SeppBlatter comincia a togliersi qualche sassolino. In

Fifa: parla Blatter, "Platini? Perdono ma non dimentico"
(AGI) - Zurigo (Svizzera), 30 mag. - All'indomani dellaconquista del quinto mandato alla guida della Fifa, SeppBlatter comincia a togliersi qualche sassolino. Inun'intervista alla televisione svizzera, si e' detto"sconvolto" dal modo in cui la magistratura americana ha presodi mira il mondo del calcio e ha denunciato la campagna di"odio" dei vertici del calcio europeo. "Si tratta di un odioche non proviene solo da una persona della Uefa, arrivadall'organizzazione stessa che non riesce a capire che nel 1998io sono diventato presidente". Il presidente della Fifa non harisparmiato il presidente stesso della Uefa, Michel Platini,che all'indomani della bufera giudiziaria aveva chiesto le suedimissioni. Alla domanda se mai lo perdonera', ha risposto: "Ioperdono tutti, ma non dimentico". Successivamente, durante laconferenza stampa all'indomani della sua conferma, Blatteraggiunge: "I rapporti con la Uefa? Anche un portavoce europeoha detto che dovremo essere uniti. La Uefa fa parte della Fifa,non c'e' bisogno che resti fuori. Siamo due organizzazioni chehanno bisogno l'una dell'altra". Blatter assicura che "comepresidente saro' neutrale: sono il presidente di tutti, anchedi quelle associazioni che sono contro di me". Quindi spiega:"Perche' non ho rinunciato? C'e' una votazione del Congressoche ha espresso la sua opinione e mi ha ritenuto ancora lapersona che deve guidare la Fifa e deve risolvere questiproblemi". .