F. 1: Raikkonen, "Mattiacci ok, Arrivabene e' la persona giusta"

(AGI) - Roma, 25 nov. - "Ovviamente penso che abbia fatto unottimo lavoro, mi piaceva". Kimi Raikkonen, sollecitato dalmagazione inglese "Autosport" commenta l'operato di MarcoMattiacci, fino ad ieri mattina team principal della Ferrari,sostituito dopo sette mesi dal suo incarico da MarcelloArrivabene. "Non lo conoscevo prima, non c'eravamo incontratiprima. Penso che per chi arriva da fuori della Formula 1 nellaposizione in cui lui e' entrato non e' sicuramente facile, equindi penso che abbia fatto un buon lavoro" conferma il pilotafinlandese della Ferrari. Raikkonen, invece, conosce molto bene il nuovo responsabiledella gestione

(AGI) - Roma, 25 nov. - "Ovviamente penso che abbia fatto unottimo lavoro, mi piaceva". Kimi Raikkonen, sollecitato dalmagazione inglese "Autosport" commenta l'operato di MarcoMattiacci, fino ad ieri mattina team principal della Ferrari,sostituito dopo sette mesi dal suo incarico da MarcelloArrivabene. "Non lo conoscevo prima, non c'eravamo incontratiprima. Penso che per chi arriva da fuori della Formula 1 nellaposizione in cui lui e' entrato non e' sicuramente facile, equindi penso che abbia fatto un buon lavoro" conferma il pilotafinlandese della Ferrari. Raikkonen, invece, conosce molto bene il nuovo responsabiledella gestione sportiva del team del Cavallino rampante."Adesso c'e' stato un cambiamento. Conosco Maurizio da tempo e'una bella persona" assicura "iceman". "Penso che sia la personagiusta al posto giusto. C'e' tanto duro lavoro, non solo perlui, ma per tutto il team". Sul neo compagno di squadra Sebastian Vettel, oggi presenteal box Ferrari in abiti borghesi, in attesa di poter mettersial volante della rossa dal 1 gennaio 2015, Kimi ammette di nonaver avuto l'occasione di parlare con lui. "Siamo statiimpegnati oggi cosi' non c'e' molto tempo per parlare, poi nonha ancora guidato la vettura", dichiara Raikkonen. "Ovviamenteil nostro obiettivo e' quello di portare la Ferrari dovedovremmo essere come una squadra. Combatteremo uno control'altro, ma prima di tutto dobbiamo fare in modo che squadraarrivi al posto che le compete". (AGI) .