F. 1: Ecclestone, "va riformata, capire cosa vuole pubblico"

(AGI) - Roma, 19 ott. - "E' ora di strappare il vecchio librodelle regole, mettere poche persone competenti insieme eriscrivere i regolamenti della Formula". E' quanto affermaBernie Ecclestone in una intervista alla televisione tedescaZDF. L'intenzione del "padrino" della F.1 che in questointervento tv era con l'ex discusso presidente della Fia, MaxMosley, e' quella di una completa revisione che cambi l'attualesistema delle "power unit" con il duopolio Mercedes-Ferrari."Non dobbiamo dimenticare che siamo nel mondo dello spettacolo,cosi' noi dobbiamo adottare le regole che il pubblico vuole.Dobbiamo chiedere al pubblico 'Cosa non ti

(AGI) - Roma, 19 ott. - "E' ora di strappare il vecchio librodelle regole, mettere poche persone competenti insieme eriscrivere i regolamenti della Formula". E' quanto affermaBernie Ecclestone in una intervista alla televisione tedescaZDF. L'intenzione del "padrino" della F.1 che in questointervento tv era con l'ex discusso presidente della Fia, MaxMosley, e' quella di una completa revisione che cambi l'attualesistema delle "power unit" con il duopolio Mercedes-Ferrari."Non dobbiamo dimenticare che siamo nel mondo dello spettacolo,cosi' noi dobbiamo adottare le regole che il pubblico vuole.Dobbiamo chiedere al pubblico 'Cosa non ti piace della Formula1 di oggi?' e 'Cosa ti piace della Formula 1 di prima?'".Insomma una sorta di sondaggio da fare con gli appassionati."La gente dira' 'Ecclestone stai diventando troppo vecchio. Igiovani ragazzi di oggi sono un po' diversi', quindi dobbiamoavere un completo ripensamento" afferma. "Con queste regole, e'come una vecchia casa vittoriana, dove la gente continua a farele cose nello stesso modo, mentre ha bisogno di guardare avantie riavviare di nuovo". Ecclestone punta il dito contro lostrapotere della tecnologia che fa diminuire lo spettacolo,riducendo l'apporto dei piloti. Dopo aver citato Alain Prostcome miglior pilota della F1, Ecclestone ha aggiunto: "Sono ipiloti che si siedono li' sulla griglia di partenza e non c'e'nessun ingegnere che inizia la gara. Quando le luci si spengonoi piloti dovrebbero essere per conto loro. Non hanno bisogno diqualcuno che dica loro cosa fare come un co-pilota affrontandouna curva, o qualsiasi altra cosa. "E' un 'campionato' diingegneri. Non sto dicendo che Lewis (Hamilton) non e' un superpilota, ma lui riceve sempre tantissimo aiuto dai suoiingegneri. Mi piacerebbe vederlo in una vettura GP2 con ipiloti della GP2. Non sto dicendo che non avrebbe vinto, masarebbe interessante". (AGI).