F. 1: Alonso, "la Ferrari e' il miglior team al mondo"

(AGI) - Suzuka (Giappone) - "Io vivo per il mio lavoroe mi preparo dal primo gennaio al 31 dicembre. Qui in Ferrari  [...]

(AGI) - Suzuka (Giappone), 2 ott. - "Io vivo per il mio lavoroe mi preparo dal primo gennaio al 31 dicembre. Qui in Ferraripoi e' speciale perche' questo e' il miglior team del mondo". Adifferenza di Singapore, dove si era mostrato chiaramenteinfastidito dalle voci che girano a proposito del suo futuro,Fernando Alonso ha deciso di affrontare a viso aperto igiornalisti che, alla vigilia delle prime libere del GranPremio di Giappone, gli chiedevano di quello che sara'. "Percinque anni ho dato tutto me stesso in pista e i numeri lodimostrano - ha sottolineato lo spagnolo - ma anche fuori dallepiste la mia priorita' numero uno e' sempre stata la squadra efare il meglio per la Ferrari. Io vivo nel mondo reale, sono aconoscenza di tutte le voci, ma la mia priorita' e' lavorareper il team e aiutarlo nel duello con la Williams nelcampionato Costruttori". "Il mio futuro e' la seconda priorita' - aggiunge Alonso -ma a proposito non ci sono novita' rispetto a un anno fa, o aluglio e anche a ottobre non ho notizie da dare. Quindi, comeho detto prima, io continuo ad anteporre al mio interessepersonale quello del team, dei tifosi e di un marchio comeFerrari che e' piu' grande di chiunque di noi". Stimolato daigiornalisti, il pilota della Rossa ha poi ammesso che vinceregare e titoli e' sempre stata la sua priorita': "Io sono unapersona competitiva e voglio sempre vincere, come e' semprestato fin da quando avevo dieci anni e ho iniziato a farekarting a livello professionale. Intendo continuare a vincere esono pronto a dare il massimo in quello che reputo essere ilmiglior momento della mia carriera. Spero di poter sfruttare almeglio questo momento in futuro, conquistando altri titoli eritirandomi con piu' di due Mondiali in bacheca, anche se nonsi sa mai". Alonso ha concluso la conferenza stampa con unadichiarazione non priva di carattere e all'insegna dei samuraigiapponesi che lui ammira tanto: "Alla fin fine tu hai un'ideain testa e nella mia mente questa e' ben chiara. Sono statocosi' fortunato da poter scegliere dove guidare in Formula 1 eda poter scegliere il mio futuro, una cosa non da tutti. Faro'del mio meglio e cerchero' di fare il bene della Ferrari,riducendo al massimo i rischi". (AGI).