F1: Gp Malesia. Vettel "dobbiamo attaccare, vincere e' possibile"

(AGI) - Sepang, 26 mar. - "Affronteremo il fine settimana comeal solito, cercando di trovare un buon ritmo. In Malesia tuttopuo' accadere, quindi il nostro obiettivo non deve essere soloquello di confermare la nostra posizione. Dobbiamo attaccare ecercare di chiudere il gap da Mercedes e con le variabile chepossono presentarsi qui, una vittoria e' sempre possibile". Inqueste parole tutta la carica e la fiducia di Sebastian Vettel,pronto per il secondo Gp alla guida di una Ferrari che loconvince sempre di piu', soprattutto dopo l'incoraggianteinizio di Melbourne. "Dobbiamo lavorare per confermarci nella

(AGI) - Sepang, 26 mar. - "Affronteremo il fine settimana comeal solito, cercando di trovare un buon ritmo. In Malesia tuttopuo' accadere, quindi il nostro obiettivo non deve essere soloquello di confermare la nostra posizione. Dobbiamo attaccare ecercare di chiudere il gap da Mercedes e con le variabile chepossono presentarsi qui, una vittoria e' sempre possibile". Inqueste parole tutta la carica e la fiducia di Sebastian Vettel,pronto per il secondo Gp alla guida di una Ferrari che loconvince sempre di piu', soprattutto dopo l'incoraggianteinizio di Melbourne. "Dobbiamo lavorare per confermarci nellaposizione in cui eravamo in Australia, idealmente un po' piu'vicino a Mercedes e un po' piu' avanti della Williams - spiegail tedesco -. Sara' molto combattuta tra noi, Williams e ancheRed Bull: credo sia solo una questione di tempo ma tornerannoforti". L'ex campione del mondo trova anche il tempo perscherzare e commentare il presunto briefing a cui avrebbedovuto partecipare oggi. "Credete davvero che se fossi andatoli' mi avrebbero mostrato tutto - scherza con i giornalisti -?Quando si dispone di un vantaggio non si vuole svelare nullaall'esterno. Naturalmente si puo' imparare dagli altri, ma lasquadra e' davvero in gamba e credo che rispetto allo scorsoanno sia stato fatto un grande passo avanti. Ora tocca a noiconfermarlo nelle prossime due gare e assicurarsi che stiamofacendo progressi. Con la vettura di quest'anno fin dal primogiorno sono soddisfatto del bilanciamento. Mi piace lamacchina, si guida in maniera fluida". Interrogato sullo stato generale della Formula 1, il pilotadella Ferrari e' ottimista. "In termini di emozioni mancaqualcosa, come ad esempio far sentire ai tifosi il rumore dellemacchine - spiega Sebastian Vettel, al primo anno in Ferraridopo i trionfi con la Red Bull -. Come pilota si ha semprevoglia di andare piu' forte e le cose che piacciono sono semprele stesse: guidare una delle auto piu' veloci al mondo ecompetere contro i migliori piloti". (AGI).