Europa League. Belenenses-Fiorentina 0-4

(AGI) - Lisbona, 1 ott. - - Un poker tira l'altro. LaFiorentina mostra il suo volto migliore anche in Europa ecosi', dopo la brutta sconfitta casalinga con il Basilea, siriscatta in Portogallo, imponendo una lezione di calcio sulcampo di un Belenenses apparso comunque ben poca cosa. Altre 4reti, come contro l'Inter quattro giorni fa. Bernardeschi,Babacar, la ciliegina Rossi: ma e' il collettivo a rilanciarele ambizioni continentali della squadra di Paulo Sousa, profetain patria e abile a confermare la sua duttilita' tatticaschierando uno spregiudicato 3-3-4 con Rebic e Bernardeschisulla fasce a

(AGI) - Lisbona, 1 ott. - - Un poker tira l'altro. LaFiorentina mostra il suo volto migliore anche in Europa ecosi', dopo la brutta sconfitta casalinga con il Basilea, siriscatta in Portogallo, imponendo una lezione di calcio sulcampo di un Belenenses apparso comunque ben poca cosa. Altre 4reti, come contro l'Inter quattro giorni fa. Bernardeschi,Babacar, la ciliegina Rossi: ma e' il collettivo a rilanciarele ambizioni continentali della squadra di Paulo Sousa, profetain patria e abile a confermare la sua duttilita' tatticaschierando uno spregiudicato 3-3-4 con Rebic e Bernardeschisulla fasce a garantire corsa, forza fisica e anche gol, Rossie Babacar a tentare lo sfondamento centrale. Il Belenenses -che da subito soffre la verve di Rebic e Bernardeschi - acentrocampo soccombe: li' comanda il trioSuarez-Vecino-Fernandez, che mantiene altissimo il baricentro.Si muove bene anche Rossi dietro Babacar, in panchina gli eroidi San Siro, ovvero Ilicic e Kalinic. I portoghesi di Sa Pinto,con Carlos Martins alle spalle di Leal (che manca il colpo ditesta su un'uscita a vuota di Sepe), subiscono la personalita'e il maggior tasso tecnico della Fiorentina. Che al 24' passa.Ventura respinge corto il destro di Vecino, Bernardeschi bruciala lentissima difesa di casa e firma il terzo gol personale inEuropa League (su quattro presenze). Il Belenenses ci capisceben poco, i viola vanno a un passo dal raddoppio perche' sulcorner di Fernandez Kuca devia malamente verso la porta ma persua fortuna il pallone centra la traversa.Appena primadell'intervallo, dopo che Sa Pinto ha cambiato l'infortunatoSturgeon con Dalcio Gomes, la Fiorentina fa bis: azionerugbystica che porta al tiro Babacar che, complice ladeviazione di Brandao, fa fuori Ventura. Tre punti vicini.Anche se in avvio di ripresa Sepe deve opporsi all'azionepersonale di Kuca (unico straniero tra i lusitani), e' semprela Fiorentina a tenere in mano il pallino: Ventura c'e' suldestro di Rebic, Rossi si libera bene ma il destro non hafortuna.Sousa richiama l'ottimo Bernardeschi in panchina earretra Suarez inserendo a centrocampo Badelj. Maggiorecopertura per l'ultima mezz'ora, in ogni caso l'ingranaggiocostruito dal portoghese e' impeccabile e il Belenenses,volenteroso e poco piu', e' costretto ad arrendersi. Ancheperche' a 7' dalla fine Tonel, nel tentativo di anticipareRossi, buca Ventura per la terza volta. Per Paulo Sousa nonmancano le buone notizie. Ma quella piu' bella e' il ritorno algol di Rossi, che buca al 90' l'incolpevole Ventura.Messaggiochiaro, chiarissimo: la Fiorentina, al momento irresistibile,vuole far sentire forte la sua voce anche al di la' deiconfini.(AGI).