Euro 2016: Italia-Croazia 1-1, segna Candreva; il pari su errore di Buffon

(AGI) - Milano - A Milano e' tornato il sereno, unabuona notizia per Italia e Croazia che stasera si affronterannoin quello    [...]

Euro 2016: Italia-Croazia 1-1, segna Candreva; il pari su errore di Buffon

(AGI) - Milano, 16 nov. - Dopo un quarto d'ora Italia-Croazia e sull'1-1: al gol di Candreva risponde Perisic con un tiro che passa sotto le braccia di Buffon. Italia e Croazia stasera si affrontanoin quello che e' il match clou del girone H di qualificazione aEuro 2016. Antonio Conte, che ha dovuto rinunciare ieri agliinfortunati Ogbonna e Balotelli, si affidera' al solito 3-5-2con Ranocchia al centro della difesa al posto dellosqualificato Bonucci e Darmian e Chiellini a completare ilreparto difensivo davanti a Buffon. In regia, fuori pure Pirloe Verratti, tocca a De Rossi, che stasera tocca quota 100presenze in Nazionale, mentre Candreva e Marchisio agiscono dainterni lasciando le fasce a De Sciglio e Pasqual. In avantifiducia ancora alla coppia Zaza-Immobile, ormai una costante diquesta Italia targata Conte.

"Questa volta non e' stato facile fare le convocazioni, machi ha lavorato a Coverciano in questa settimana lo ha fatto inmodo ottimo - le parole alla vigilia del ct -. La squadra e'preparata a giocare contro la Croazia, siamo pronti. Leassenze? Stiamo lavorando su una determinata idea di gioco e disistema e sono tranquillo grazie alla disponibilita' deiragazzi. Entreremo in campo per fare una grande gara e perrendere orgoglioso l'intero Paese. Rispetto, ma non paura perla Croazia".

Niko Kovac, dal canto suo, rivoluziona la squadrabattuta a Londra dall'Argentina, recuperando tutti i big. Inmezzo al campo ci sono Modric e Rakitic mentre Mandzukice' l'unica punta, appoggiata pero' da Olic, Brozovic ePerisic. "L'Italia e' una squadra forte, mancheranno tregiocatori importantissimi, ma nessuna squadra che gioca a SanSiro con l'Italia puo' essere favorita - confessa Kovac -.Cercheremo di conquistare un punto, magari la vittoria sarebbel'ideale, ma sara' difficilissimo". (AGI)