Euro2016: Conte, "obiettivo qualificazione, tanto lavoro da fare"

(AGI) - Roma, 25 set. - "E' una mostra molto bella, mi sonosoffermato a vedere la Coppa del Mondo. Sarebbe bello poteraggiungere in futuro qualche altro trofeo...". E' l'auspicio diAntonio Conte che, in compagnia del team manager GabrieleOriali, ha visitato la mostra 'Eroi del calcio-Storie dicalciatori'. I due, che in mattinata hanno assistitoall'allenamento del Chievo, sono stati accolti dal presidentedell'Aic Damiano Tommasi e dal fondatore e presidente onorariodell'Assocalciatori Sergio Campana. Tra le tante foto esposte, anche una del ct con la magliadella Juventus: "Non pensavo di ritrovarmi tra tanti campioni -

(AGI) - Roma, 25 set. - "E' una mostra molto bella, mi sonosoffermato a vedere la Coppa del Mondo. Sarebbe bello poteraggiungere in futuro qualche altro trofeo...". E' l'auspicio diAntonio Conte che, in compagnia del team manager GabrieleOriali, ha visitato la mostra 'Eroi del calcio-Storie dicalciatori'. I due, che in mattinata hanno assistitoall'allenamento del Chievo, sono stati accolti dal presidentedell'Aic Damiano Tommasi e dal fondatore e presidente onorariodell'Assocalciatori Sergio Campana. Tra le tante foto esposte, anche una del ct con la magliadella Juventus: "Non pensavo di ritrovarmi tra tanti campioni -ammette Conte - sono molto sorpreso. Come fare per riportare lagente allo stadio? Attraverso la passione e il nostroentusiasmo bisogna contagiare i tifosi e le famiglie e cercaredi invogliarli a vedere le partite dal vivo. La passione per ilcalcio e' sempre tanta, a volte la violenza allontana daglistadi. Noi dovremo cercare di convincere le persone a godersile partite e ad applaudire sia il vincitore che lo sconfitto".Il Ct ha visitato la mostra con la squadra 'Esordienti' delVicenza e uno dei ragazzi gli ha domandato se la Nazionale haqualche chance di vincere gli Europei: "E' una domanda piu'impegnativa di quelle dei giornalisti - ha replicato Contesorridendo - il primo obiettivo e' qualificarci alla fasefinale, poi dovremo pensare sempre al massimo risultato senzamai porci limiti. L'importante e' riportare entusiasmo a tuttoil popolo italiano, rimasto deluso dal Mondiale". La strada intrapresa, come dimostrano le vittorie controOlanda e Norvegia, sembra quella giusta: "c'e' ancora tanto dalavorare, in nove giorni si e' cercato di portare un calciopiu' vicino a quello di una squadra di club ed e' quello che ciserve per colmare il gap che ci separa da nazionali comeGermania e Spagna.I ragazzi mi hanno dimostrato grandeentusiasmo e l'hanno trasmesso anche a chi ha seguito lepartite da casa". L'ultima domanda sul tandem offensivoZaza-Immobile e' di un altro calciatore in erba e il ct nonpuo' tirarsi indietro: "Sono due ragazzi giovani che hannovoglia ed entusiasmo. Hanno fatto bene il mese scorso e miauguro possano fare ancora meglio in futuro". (AGI).