Doping: Procura Coni chiede stop 4 anni e 3 mesi per Kostner

(AGI) - Roma, 28 nov. - L'Ufficio Procura Antidoping hadisposto il deferimento di Carolina Kostner, tesserata Fisg,alla Seconda Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping delConi per il riconoscimento della responsabilita' in ordine allaviolazione degli artt. 2.8. e 3.3. delle Nsa sulla base degliatti trasmessi dalla Procura della Repubblica di Bolzano,nell'ambito della indagine denominata "Olimpia", e agli esitidegli accertamenti svolti in ambito sportivo dall'Upa, conrichiesta di 4 anni e tre mesi di squalifica. Lo rende noto ilConi. La pattinatrice gardenese, bronzo ai Giochi Olimpici diSochi 2014, era stata ascoltata dalla Procura Antidoping

(AGI) - Roma, 28 nov. - L'Ufficio Procura Antidoping hadisposto il deferimento di Carolina Kostner, tesserata Fisg,alla Seconda Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping delConi per il riconoscimento della responsabilita' in ordine allaviolazione degli artt. 2.8. e 3.3. delle Nsa sulla base degliatti trasmessi dalla Procura della Repubblica di Bolzano,nell'ambito della indagine denominata "Olimpia", e agli esitidegli accertamenti svolti in ambito sportivo dall'Upa, conrichiesta di 4 anni e tre mesi di squalifica. Lo rende noto ilConi. La pattinatrice gardenese, bronzo ai Giochi Olimpici diSochi 2014, era stata ascoltata dalla Procura Antidoping loscorso 26 settembre, in un'udienza durata ben quattro ore cheaveva fatto seguito a quella di sette giorni prima in cui nonsi era presentata. L'ex fidanzata di Alex Schwazer, 28 anni ilprossimo 8 febbraio e campionessa mondiale nel 2012, e'accusata di favoreggiamento ed omessa denuncia relativamente alcaso di doping che ha portato alla squalifica del marciatoreazzurro fino al 30 gennaio 2016. Stando a quanto ammesso dallo stesso olimpionico dellamarcia, quando la Wada ando' a trovarlo a Oberstdorf, lagardenese riferi' che il suo fidanzato era invece a Racinesmentre lui era in casa. La Kostner lo avrebbe fatto per motividi privacy, almeno stando a quanto riportato dal suo stessolegale, Giovanni Fontana. Che defini' anche un "episodio deltutto sporadico" l'incontro, al quale la fuoriclasse delghiaccio assistette, tra Schwazer e il medico inibito a vita,Michele Ferrari, in un autogrill. (AGI).