Coppa Italia: 2 turni Mihajlovic, Lazio multata, Brescia a rischio

(AGI) - Milano, 5 dic. - Il giudice sportivo della Lega diSerie A, Gianpaolo Tosel, in merito alle gare di Coppa Italiagiocate tra il 2 e il 4 dicembre e valide per il quarto turnoeliminatorio, ha squalificato per due giornate il tecnico dellaSampdoria Sinisa Mihajlovic "per avere, al 38esimo del secondotempo, contestato l'operato arbitrale rivolgendo un'espressioneirriguardosa al quarto ufficiale e per avere, all'invito dimoderare i toni, indirizzato verso la sua persona il contenutodi una bottiglia d'acqua, assumendo quindi, all'attodell'allontanamento, un atteggiamento intimidatorio". Perquanto riguarda i giocatori un turno di stop

(AGI) - Milano, 5 dic. - Il giudice sportivo della Lega diSerie A, Gianpaolo Tosel, in merito alle gare di Coppa Italiagiocate tra il 2 e il 4 dicembre e valide per il quarto turnoeliminatorio, ha squalificato per due giornate il tecnico dellaSampdoria Sinisa Mihajlovic "per avere, al 38esimo del secondotempo, contestato l'operato arbitrale rivolgendo un'espressioneirriguardosa al quarto ufficiale e per avere, all'invito dimoderare i toni, indirizzato verso la sua persona il contenutodi una bottiglia d'acqua, assumendo quindi, all'attodell'allontanamento, un atteggiamento intimidatorio". Perquanto riguarda i giocatori un turno di stop per Benalouane(Atalanta), Olivera (Brescia), Volta (Cesena), Mchedlidze(Empoli), Giacomazzi (Perugia), Regini (Sampdoria) e Bubnjic(Udinese). Per quanto riguarda le societa', ammenda di 10.000euro alla Lazio e il Brescia rischia il deferimento. Inflittaun'ammenda di 10mila euro alla Lazio "per avere suoisostenitori, al 40esimo del secondo tempo, intonato un coroinsultante per motivi di origine territoriale; sanzioneattenuata per avere la societa' concretamente operato con leforze dell'ordine a fini preventivi e di vigilanza". Riguardoal Brescia, il giudice sportivo "letta la relazione deicollaboratori della Procura federale nella quale si attesta,tra l'altro, che verso il 38esimo del secondo tempo,sostenitori del Brescia indirizzavano all'allenatore dellasquadra avversaria cori insultanti disciplinarmente rilevantiex art. 11 CGS", trasmette gli atti "al procuratore federaleaffinche' voglia disporre gli opportuni accertamenti ondeindividuare il settore dello stadio bresciano ove abitualmentesi collocano il gruppo di sostenitori di cui trattasi". (AGI)