Conte, seguo Dybala e Vazquez; Club? Serve collaborazione

(AGI) - Roma, 26 nov. - Proseguono le visite di Antonio Conteai club di Serie A. Oggi e' stata la volta del Palermo, con ilct che in compagnia del team manager Gabriele Oriali si e'recato nel Centro Sportivo di Boccadifalco per seguirel'allenamento della squadra. Dopo aver salutato il tecnico deirosanero Giuseppe Iachini, Conte ha incontrato il responsabiledell'area tecnica della societa', Dario Baccin, el'amministratore delegato Andrea Cardinaletti. "Il Palermo - hadichiarato il commissario tecnico azzurro al sito internet delclub rosanero - sta facendo un ottimo campionato e non avevoalcun dubbio perche'

(AGI) - Roma, 26 nov. - Proseguono le visite di Antonio Conteai club di Serie A. Oggi e' stata la volta del Palermo, con ilct che in compagnia del team manager Gabriele Oriali si e'recato nel Centro Sportivo di Boccadifalco per seguirel'allenamento della squadra. Dopo aver salutato il tecnico deirosanero Giuseppe Iachini, Conte ha incontrato il responsabiledell'area tecnica della societa', Dario Baccin, el'amministratore delegato Andrea Cardinaletti. "Il Palermo - hadichiarato il commissario tecnico azzurro al sito internet delclub rosanero - sta facendo un ottimo campionato e non avevoalcun dubbio perche' Iachini e' un tecnico molto preparato.Conosco diversi giocatori rosanero che ho avuto nelle squadreche ho allenato. Adesso continuiamo a monitorare il campionatoe a lavorare. Guardiamo tutti, compresi quelli che potrebberodecidere di optare per l'azzurro come Dybala, un calciatore chepotrebbe diventare italiano, ma spetta a lui decidere e lastessa cosa vale per Vazquez. Se dovesse scegliere la nazionaleitaliana ne saremmo ben felici". Conte ha poi ringraziato glisportivi palermitani per la calorosa accoglienza riservata allaNazionale in occasione del match con l'Azerbaijan ("abbiamofatto un carico di entusiasmo enorme, solo piazze come Palermopossono riuscire a trasmettere emozioni come queste") e haribadito l'importanza di poter usufruire degli stage in vistadei prossimi appuntamenti con le qualificazioni europee. "C'e'bisogno della collaborazione da parte di tutti, un giorno inpiu' o in meno con i giocatori non pregiudica il rapporto congli allenatori e i club, che deve essere di reciproca fiducia estima".(AGI).