Chievo corsaro a Cagliari 0-2; La Samp vince 3-1 a Verona

(AGI) - Cagliari - Nei postici il Chievo si impone al Sant'Elia battendo il Cagliari 2-0. La Sampdoria espugna il Bentegodi vincendo 3-1 sul Verona

Chievo corsaro a Cagliari 0-2; La Samp vince 3-1 a Verona

(AGI) - Cagliari, 8 dic. - Nei postici il Chievo si impone al Sant'Elia battendo il Cagliari 2-0. La Sampdoria espugna il Bentegodi vincendo 3-1 sul Verona.

CRISI CAGLIARI: PERDE 2-0 CON IL CHIEVO - La maledizione del Sant'Eliacontinua a non dar tregua a un Cagliari irriconoscibile e incaduta libera (ora e' terz'ultimo), battuto con merito escavalcato da un Chievo al quinto risultato utile consecutivo ea cui sono bastati i primi 9' per conquistare i tre punti(Meggiorini e Paloschi). Il proprio stadio si conferma un tabu'quindi per i sardi di Zeman, che in una settimana - Tim Cupcompresa, dove hanno rimontato quattro volte il Modena vincendoai rigori - hanno incassato 10 reti. Ma cio' che preoccupa dipiu' e' l'assenza di idee e una manovra lenta e farraginosa,l'esatto opposto dei principi che regolano Zemanlandia. IlChievo, al secondo successo esterno in questa stagione, partefortissimo e il Cagliari e' sotto shock, con due disattenzioniche costano carissimo: su un destro ciccato di Birsa, Ekdaltocca di testa e 'sana' la posizione di fuorigioco diMeggiorini, che con una splendida rovesciata non da' spazio aCragno; quindi Paloschi, pescato da Zukanovic, col sinistrofirma il 2-0. Tutto nei primi 9'. Il Sant'Elia gia' rumoreggia presagendo un'altra serata didelusioni, il Chievo rischia di dilagare: Meggiorini alza ilsinistro dal cuore dell'area, poi Mariani sorvola su uncontatto tra Benedetti (preferito a sorpresa a Ceppitelli) ePaloschi che appare chiaramente da rigore. Pian piano ilCagliari prova a riorganizzarsi, anche se la prima conclusioneverso Bizzarri arriva al 21' con Farias (fuori). Ibarbo (non al top ma preferito al bomber di Tim Cup Longo)e Cossu faticano da matti a trovare spazi accettabili e anchesui piazzati ha la meglio l'attenta retroguardia gialloblu',guidata da Cesar e Gamberini. Risultato: zero tiri in porta erischio enorme, al 38', quando Paloschi, servito da Birsa,fallisce il tris di testa. Prima dell'intervallo ancoraPaloschi pericoloso, Cragno evita il peggio. Rivoluzione Zeman. Subito dentro Avelar, Donsah e Longo perPisano, Crisetig e Cossu. Birsa prova a chiuderla col sinistro,quindi finalmente si vede il Cagliari in avanti, anche sel'azione personale di Ibarbo non va a buon fine.E' un Cagliarifrenetico e per nulla lucido, che ci mette un po' di grinta inpiu' ma che in fin dei conti facilita il lavoro della squadradi Maran, che impegna Cragno al 64' con Izco. Il Cagliari nonha la forza, ne' fisica, ne' mentale, di alzare i ritmi ecercare almeno il gol che darebbe un senso agli ultimi minuti,anche se Ibarbo - ammonito, sara' squalificato a Parma - colsinistro almeno sporca i guantoni di Bizzarri, che rischia poisull'avventato colpo di testa all'indietro di Cesar. Vince congrande merito il Chievo, che ora aspetta la malandata Inter diMancini; a Parma invece il Cagliari - contestato dai suoitifosi - si gioca tanto.

LA SAMPDORIA ESPUGNA IL BENTEGODI: 3-1 AL VERONA - Dopo tre pareggi consecutivi la Sampdoriaritrova la vittoria in casa del Verona. Un secco 3-1 chesignifica primo successo in trasferta (derby a parte) e trepunti che rilanciano la squadra di Mihajlovic al quarto postoin classifica, a un solo punto dal Genoa in zona Champions. Unavittoria storica, visto che ai doriani mancava al Bentegodi dallontano 1969 (3-0 con doppietta di Roberto Vieri eFrancesconi), anche se bastava osservare la frenesia diMihajlovic in panchina per capire che oggi non e' stata unapasseggiata. Nel primo tempo la Sampdoria soffre nel primo quarto d'orae passa solo grazie ad un'accelerazione di Eder che da solo siprocura e realizza al 27' il rigore causando anche l'espulsioneda ultimo uomo di un ingenuo Marquez. Mandorlini non cambianulla pero' e alla fine con l'unico Toni in avanti e lamobilita' di Nico Lopez tra le linee riesce a compensarel'inferiorita' numerica e 10' dopo trova il pari su azionegrazie a una mancata presa di Romero che propizia il gol diToni in tap-in. Mihajlovic e' una furia e nella ripresa la Samp torna adalzare il baricentro. Al 12' Okaka di testa segna il goldell'1-2 e cinque minuti dopo e' Gabbiadini a chiudere ilmatch. Per la Samp, l'unica nota negativa resta l'ammonizioneper De Silvestri che, diffidato, saltera' Juve-Samp di domenicaprossima. (AGI)