Champions: Totti, "solo Real Barcellona e Bayern piu' forti della Roma"

(AGI) - Roma - Perche' il calcio italiano non e' piu'quello di una volta in Europa e superare il primo turno e'  [...]

(AGI) - Roma, 16 set. - Perche' il calcio italiano non e' piu'quello di una volta in Europa e superare il primo turno e' unaspecie di miracolo? La risposta, per Francesco Totti, e'semplice: "Perche' le altre sono piu' forti delle italiane".Alla vigilia del ritorno della Roma in Champions, il capitanogiallorosso sa che non sara' facile ripetere i fasti delpassato: "Adesso ci sono squadre piu' forti come Real Madrid,Barcellona e Bayern Monaco. In Europa abbiamo la Juve, il Milantanti anni fa, l'Inter che ha vinto la Champions da poco ma li'ti fermi. Ovvio che quando le squadre hanno giocatori dimaggiore spessore, e' piu' facile vincerla". Domani,all'Olimpico, il debutto contro i russi del Cska Mosca: "Ilcampo dira' se siamo pronti, noi cercheremo in tutti i modi difare bella figura, di giocare come sappiamo - aggiunge ilfuoriclasse della Roma -. Affronteremo squadra blasonate emolto forti, puo' succedere qualunque cosa e non sarebbe malefare come l'Atletico Madrid dell'anno scorso". "Quando giochiuna competizione cosi' importante tutte le squadre sono forti".Cosi' Francesco Totti, alla vigilia del debutto dei giallorossiin Champions League, domani all'Olimpico contro il Cska Mosca."Tre o quattro squadre sono piu' forti delle altre, ma le altresono quasi tutte sullo stesso livello - sottolinea il capitanodella Roma in conferenza stampa - e' un girone difficile, checi piace, le affronteremo tutte a viso aperto sperando dipoterle mettere in difficolta'". Nessun paragone con la Romadel passato: "Ho giocato con grandi giocatori e squadrediverse, quella di Capello, Spalletti e del mister attuale -prosegue - spero di poter arrivare il piu' lontano possibile,e' l'obiettivo mio, della squadra e della citta'. E spero dipoter fare meglio di Spalletti". Per lui sara' la 50esimapartita da capitano in Champions, a 10 giorni dal suo 38esimocompleanno: "Mi sento fortunato, la mia eta' non la sento:tornare in Champions gratifica me e soprattutto la societa'. LaRoma deve giocare queste partite ogni anno". .