Champions: Roma, Garcia "peccato ma destino e' nelle nostre mani"

(AGI) - Mosca, 25 nov. - "Se non fai il secondo gol e'possibile poi prenderne uno cosi'. Bisognava chiudere lapartita, peccato perche' mancava pochissimo e forse saremmogia' stati avanti. Qualsiasi cosa succedera' a Manchesterdobbiamo vincere in casa nostra, abbiamo ancora in mano ilnostro destino. Potrebbe bastare lo 0-0? Spero che saremocostretti a vincere". Lo ha detto il tecnico della Roma, RudiGarcia, parlando ai microfoni di Sky Sport del pari-beffa incasa del Cska Mosca nel penultimo turno di Champions League."Peccato, non ricordo un Cska pericoloso a parte un'uscita diDe Sanctis su

(AGI) - Mosca, 25 nov. - "Se non fai il secondo gol e'possibile poi prenderne uno cosi'. Bisognava chiudere lapartita, peccato perche' mancava pochissimo e forse saremmogia' stati avanti. Qualsiasi cosa succedera' a Manchesterdobbiamo vincere in casa nostra, abbiamo ancora in mano ilnostro destino. Potrebbe bastare lo 0-0? Spero che saremocostretti a vincere". Lo ha detto il tecnico della Roma, RudiGarcia, parlando ai microfoni di Sky Sport del pari-beffa incasa del Cska Mosca nel penultimo turno di Champions League."Peccato, non ricordo un Cska pericoloso a parte un'uscita diDe Sanctis su Doumbia nel primo tempo - ha aggiuntol'allenatore francese -. Nella ripresa abbiamo sofferto masiamo stati compatti, abbiamo difeso bene quasi per tutto ilsecondo tempo, e abbiamo avuto le occasioni con Ljajic eNainggolan in contropiede per il 2-0. Un pari fuoricasa non e'mai male, ma ci restano tanti rimpianti. L'ingresso diStrootman nel finale? Nessun rischio, Kevin deve giocare perritrovare il ritmo, dopo abbiamo messo anche Pjanic per tenerepiu' la palla ma eravamo fermi su un gioco molto difensivo, nonabbiamo chiuso la partita e peccato per quella palla persa nelfinale. Nella ripresa il Cska e' stato bravo a spingere, nonera un atteggiamento tattico previsto all'intervallo, avevamodeciso di rimanere con la linea difensiva alta, ma questasquadra ha dei giocatori forti e non doveva essere il risultatodell'andata a farci pensare che era tutto facile. Sono delusoper il modo in cui abbiamo pareggiato, ma nulla e' perduto". .