Champions, oggi tocca alla Juve. Italia sogna en plein in Europa League

(AGI) - Roma - E adesso tocca alla Juventus. Andatadegli ottavi di Champions parte seconda e bianconeri in campostasera allo Stadium  [...]

(AGI) - Roma, 24 feb - E adesso tocca alla Juventus. Andatadegli ottavi di Champions parte seconda e bianconeri in campostasera allo Stadium contro il Borussia Dortmund. Una sfida cherievoca i grandi confronti del passato, dalla finale di CoppaUefa vinta dai bianconeri nel '93 a quella di Champions quattroanni dopo che vide il trionfo dei tedeschi. La squadra diKlopp, battuta in finale due anni fa dal Bayern Monaco, havissuto una prima parte di stagione da incubo, al punto dacrollare all'ultimo posto in Bundesliga, ma in queste primesettimane del 2015 da' l'impressione di aver ritrovato lamarcia giusta. Una preoccupazione in piu' per Allegri, cherecupera Vidal, visto anche che la Juve nelle ultime uscite,contro Cesena e Atalanta, non ha convinto in pieno. Oggiservira' la gara perfetta. Grande attesa anche per il confrontodell'Etihad Stadium, dove Manchester City e Barcellona siritrovano a un anno di distanza. Nella scorsa stagione sonostati i blaugrana a spuntarla, ma la squadra di Luis Enrique e'reduce dalla sconfitta interna col Malaga mentre Aguero ecompagni sono in crescita e gasati dall'ultimo weekend in cuihanno rosicchiato 2 punti al Chelsea. Pronostico incerto adifferenza di Arsenal-Monaco, dove i Gunners sono nettamentefavoriti. Arsene Wenger, grande ex della partita (ha allenatonel Principato prima di migrare in Giappone e poi ricevere lachiamata da Londra), ha visto i suoi crescere di gara in gara eil terzo posto in Premier ne e' la conferma. Esame di tedescoinvece per l'Atletico Madrid, ospite a Leverkusen. Colchoneroscon andamento altalenante, idem le Aspirine ma sulla carta labilancia pende dalla parte di Simeone. Giovedi', invece, ritorno dei sedicesimi di Europa Leaguecon 5 italiane a caccia del pass. Una ce lo ha gia' in tasca,e' il Napoli, forte del 4-0 in Turchia sul Trabzonspor che diha fatto ha chiuso i giochi. Fiduciosa anche l'Inter: vero e'che nel recupero ha visto sfumare a Glasgow la vittoria ma il3-3 al Celtic Park e' piu' di un'ipoteca, anche perche' gliscozzesi, lontano da casa, non sono temibili come fra le muraamiche. E' messa bene anche la Fiorentina: l'1-1 di White HartLane e' un buon punto da cui ripartire, anche perche' ilTottenham - vedi il pari di ieri acciuffato in extremis colWest Ham dopo una prestazione incolore - non sembraattraversare un gran momento, a differenza dei viola che sonoinvece in forma. Piu' complicati gli impegni, entrambi intrasferta, di Torino e Roma. Ai granata, nella bolgia del SanMames, serve l'impresa dopo il 2-2 dell'Olimpico: Glik ecompagni dovranno evitare anche il minimo errore e sperare dibucare la rete basca. I giallorossi sono invece di scena aRotterdam dopo l'1-1 di giovedi' scorso. La vittoria sarebbe ilmodo piu' sicuro di volare agli ottavi, le qualita' deigiallorossi non si discutono ma Garcia dovra' trovare in questigiorni la chiave per uscire dalla crisi. Per quanto riguarda lealtre sfide, Siviglia e Liverpool sperano che l'1-0 dell'andatasia sufficiente nelle rispettive trasferte contro BorussiaMoenchengladbach e Besiktas, mentre lo Sporting ha bisogno diuna prova super per ribaltare lo 0-2 contro il Wolfsburg. Arischio anche il Villarreal, atteso a Salisburgo dopo il 2-1del Madrigal.(AGI).