Champions, Juve agli ottavi dopo pareggio con Atletico

(AGI) - Torino - Con il minimo indispensabile laJuventus passa da seconda del Gruppo A e torna agli ottavi diChampions League.      [...]

Champions, Juve agli ottavi dopo pareggio con Atletico

(AGI) - Torino, 10 dic. - Con il minimo indispensabile laJuventus passa da seconda del Gruppo A e torna agli ottavi diChampions League. Allegri supera l'ultimo Conte, che si dovetteaccontentare della retrocessione in Europa League, e lo fapareggiando senza reti allo Stadium contro l'Atletico Madrid diSimeone, che passa da primo del girone. Per i bianconeri unapartita senza acuti ma tenuta sempre sotto controllo.

Buffon, meritavamo di passare al primo turno

SenzaMarchisio, out in extremis per febbre, al suo posto Pereyra conVidal in posizione da trequartista dietro Tevez e Llorente.Dall'altra parte Simeone schiera comunque il miglior Atleticopossibile con MandA�ukic unica punta e Koke, GarcA�a e ArdaTuran alle sue spalle. Tra l'attaccare per cercare di segnaredue reti e qualificarsi da primi e il difendersi per evitare ilpeggio, cioe' la sconfitta e l'eliminazione (anche perche'l'Olympiakos alla fine vince sul Malmoe), Allegri imposta unaJuve equilibrata, forse troppo.

Allegri, provato a vincere ma contava qualificazione

Al 7' errore di Bonucci, lapalla arriva sui piedi di Koke che trova pero' Buffon attento arespingere. La risposta bianconera e' in un tentativo diLlorente sotto porta e in sporadici cross in mezzo sempre predadei lunghi spagnoli. Al 43' sussulto madrileno con MarioSuarez, tiro a giro da fuori ma Buffon c'e'.

Nella ripresaAtletico ancora pericoloso su calcio piazzato: corner di Gabi epalo direttamente dalla bandierina. All'8' Pogba si libera altiro ma viene deviato in corner dalla difesa avversaria, poi latenta Vidal al 12' ma Moya si distende bene in tuffo.

Il tempopassa, anche grazie ad una stucchevole melina reciproca negliultimi 10' e alla fine Allegri si accontenta di uno 0-0 che nonpassera' alla storia ma vale comunque l'accesso nella top 16europea. E di questi tempi per il calcio italiano e' unaboccata d'ossigeno.(AGI)