CALCIOSCOMMESSE: UEFA, PRONTO IL GIRO DI VITE

(AGI) - Roma, 17 giu. - Un "cancro" sempre piu' esteso, quellodel calcioscommesse truccato. Da combattere con misure piu'dure, anche per chi non denuncia: ma senza arrivare, almeno daquanto messo nero su bianco, addirittura alla squalifica avita. E' uno stringato comunicato firmato Uefa quello che,qualche ora dopo la fine del Comitato esecutivo di Nyon,chiarisce la reale portata del giro di vite deciso tra ieri eoggi sul fronte delle partite "aggiustate" a uso e consumodegli scommettitori. E' affidato a Gianni Infantino, segretario generaledell'organismo, il compito di spiegare - a riunione conclusa -

(AGI) - Roma, 17 giu. - Un "cancro" sempre piu' esteso, quellodel calcioscommesse truccato. Da combattere con misure piu'dure, anche per chi non denuncia: ma senza arrivare, almeno daquanto messo nero su bianco, addirittura alla squalifica avita. E' uno stringato comunicato firmato Uefa quello che,qualche ora dopo la fine del Comitato esecutivo di Nyon,chiarisce la reale portata del giro di vite deciso tra ieri eoggi sul fronte delle partite "aggiustate" a uso e consumodegli scommettitori. E' affidato a Gianni Infantino, segretario generaledell'organismo, il compito di spiegare - a riunione conclusa -come la parte principale degli emendamenti ai RegolamentiDisciplinari 2011 riguardera' proprio i rischi combine. "Stiamorafforzando le nostre regole a proposito di tutto questo cancro- premette - l'aggiustamento delle partite, la manipolazione ela corruzione. L'obiettivo e' prevedere misure per dare lapossibilita' agli organi disciplinari e agli ispettori dicollaborare il piu' possibile da vicino con la magistratura:stiamo gia' cooperando, ma non abbiamo la base legale ed infuturo ce l'avremo". Nel pacchetto di norme, battono le agenzie, ci sarebbeanche la radiazione per i calciatori che omettono di riferireeventuali tentativi di corruzione. Ma piu' tardi e' la stessaUefa a precisare che le nuove norme, che saranno pubblicate ilprimo luglio, "non includono alcun provvedimento di squalificaa vita". La novita' e' un'altra: le norme in questioneprevedono che "qualsiasi persona legata alle regole Uefa e airegolamenti sia obbligata a riferire qualsiasi avvicinamentopossa aver subito da parte di potenziali truffatori". Ma leeventuali sanzioni in merito "non sono specificate neiregolamenti". Nel frattempo, sul fronte dell'inchiesta della procura diCremona il Gip Guido Salvini ha concesso gli arrestidomiciliari a Marco Paoloni, l'ex portiere della Cremoneseaccusato fra l'altro di aver somministrato un tranquillante adalcuni suoi compagni di squadra per "aiutarli" a perdere lapartita con la Paganese. Sentito nel pomeriggio dal giudice,Paoloni ha ribadito la sua estraneita' per quanto riguardaquesto episodio. (AGI).