CALCIOSCOMMESSE: LEGALE PAOLONI "PRESTO CONFERENZA STAMPA"

(AGI) - Cremona, 18 giu. - "Ho visto questa mattina Marco acasa, l'ho trovato sereno e abbiamo parlato un po', ho anchevisto diverse trasmissioni televisive e letto alcuni giornali eho notato che certe notizie che dovevano rimanere riservatesono finite sulla stampa". Cosi' Luca Curatti, uno dei legalidi Marco Paoloni, ai microfoni di Sky Sport 24. L'avvocato delportiere del Benevento fa il punto della situazioneall'indomani della decisione del Gip di Cremona che ha concessoi domiciliari a Paoloni e annuncia: "sto valutando, e neparlero' anche con la mia collega (Emanuela Di Paolo, ndr),

(AGI) - Cremona, 18 giu. - "Ho visto questa mattina Marco acasa, l'ho trovato sereno e abbiamo parlato un po', ho anchevisto diverse trasmissioni televisive e letto alcuni giornali eho notato che certe notizie che dovevano rimanere riservatesono finite sulla stampa". Cosi' Luca Curatti, uno dei legalidi Marco Paoloni, ai microfoni di Sky Sport 24. L'avvocato delportiere del Benevento fa il punto della situazioneall'indomani della decisione del Gip di Cremona che ha concessoi domiciliari a Paoloni e annuncia: "sto valutando, e neparlero' anche con la mia collega (Emanuela Di Paolo, ndr),l'idea di far sentire anche la voce di Marco. In questi giorniho sentito versioni che possono essere coerenti e credibili, maora credo sia meglio che lo stesso Paoloni dica la sua perfornire versioni altrettanto coerenti e credibili. Non amoparticolarmente questi palcoscenici per queste cose, ma se cidevono trascinare su questo campo, non avremo difficolta' araccontare con coerenza e con logica, in una conferenza stampa,la nostra versione dei fatti. La nostra tesi difensiva laconoscete. Parleremo di Minias e di ricette, gli altri lostanno facendo anche abusando delle possibilita' che glivengono date, lo faremo anche noi". Il gip ha concesso idomiciliari a Paoloni, che risiede a Civitavecchia, ma che e'rimasto a Cremona. "Tutti ci aspettiamo di essere portati nellanostra residenza naturale, a Civitavecchia sarebbe stato meglioper lui, avrebbe trovato i suoi amici, ma anche a Cremona hapersone a lui vicine, non c'e' un ambiente ostile, anzi. Ledecisioni dei giudici vanno rispettate e noi le rispettiamo",ha concluso l'avvocato Curatti. (AGI).