CALCIOSCOMMESSE: ATALANTA, DONI E PAOLONI CHIUDONO DOMANI PROCESSO

(AGI/ITALPRESS) - Roma, 4 ago. - La seconda giornata delladifesa nell'ambito del calcioscommesse e' stata dedicata perintero alle difese. La mattinata si e' aperta con il decimopatteggiamento, quello di Daniele Deoma, che e' uscito dalprocesso con un anno e 20 giorni, rispetto a un anno e 9 mesichiesti ieri per lui dal procuratore federale Stefano Palazzi.Dopo questa prima decisione sono seguiti, senza sosta finoall'ora di pranzo, gli interventi dei legali sia delle difese,che hanno chiesto il proscioglimento dei loro assistiti, siadelle parti terze interessate (Monza, Frosinone, Sudtirol,Triestina). La difesa di

(AGI/ITALPRESS) - Roma, 4 ago. - La seconda giornata delladifesa nell'ambito del calcioscommesse e' stata dedicata perintero alle difese. La mattinata si e' aperta con il decimopatteggiamento, quello di Daniele Deoma, che e' uscito dalprocesso con un anno e 20 giorni, rispetto a un anno e 9 mesichiesti ieri per lui dal procuratore federale Stefano Palazzi.Dopo questa prima decisione sono seguiti, senza sosta finoall'ora di pranzo, gli interventi dei legali sia delle difese,che hanno chiesto il proscioglimento dei loro assistiti, siadelle parti terze interessate (Monza, Frosinone, Sudtirol,Triestina). La difesa di Gervasoni, che ha parlato per oltreun'ora, ha puntato tutto nello smontare le accuse arrivate daMicolucci e Paoloni, sottolineando come era impossibile che ilsuo assistito si trovasse ad Ascoli per incontrarsi conMicolucci stesso visto che questi si sarebbe trovato a Novarain ritiro con la squadra. La difesa di Mauro Bressan ha puntatosulla mancanza di intercettazioni del suo assistito e come siastrano come un solo episodio attribuitogli possa farlo entrareall'interno dell'associazione a delinquere: "Nellaricostruzione dell'addebito contro il mio assistito ci sonomolte lacune da parte della Procura federale, si citano moltepersone ma sorprendentemente nel deferimento per l'associazionenon compare il nome di Bressan. Non e' mai comparso, se e' unelemento cardine dell'associazione a delinquere, sembra quasiche l'importanza sia talmente ridotta che non compare mai".Sorpreso della richiesta della Procura il difensore diQuadrini: "Onestamente non mi spiego - ha detto l'avvocatoCiardullo - una richiesta cosi' pesante per il mio assistito,immagino che la procura abbia sospettato, come scrive neldeferimento, che dietro Quadrini possa esserci qualcosa di piu'grande, ma questo non e' un concetto giuridico". La giornata sie' chiusa con la difesa di Ciriello, l'avvocato Chiacchio, chedomani parlera' nuovamenmte ma come difensore del Benevento. Edomani, ultimo giorno di processo, sono attese le difesedell'Atalanta, di Cristiano Doni, Thomas Manfredini e dovrebbechiudere la difesa di Paoloni. Rimane in sospeso la posizionedi Massimo Erodiani, che fino ad oggi non si e' costituito nelprocesso. La Commissione Giudicante ha intenzione di chiudereentro il primo pomeriggio la fase dibattimentale per chiudersiin camera di consiglio e prendere le sue decisioni. Prevedibilmente all'inizio della prossima settimanapotrebbero arrivare sentenze, da quel momento le difese avranno48 ore per presentare il ricorso e altri due giorni perdepositare le memorie difensive. Calendario alla mano la Cortedi Giustizia Federale, il secondo grado, dovrebbe riunirsisubito dopo ferragosto. (AGI)Vic