CALCIOSCOMMESSE: ABETE "SI STA VALUTANDO, QUESTO MONDO E' PULITO"

(AGI) - Bologna, 18 giu. - "Il procuratore Palazzi stavalutando i documenti, vogliamo garantire il regolare iniziodel campionato". Intervistato da Sky a margine dell'assembleanazionale dell'Unione Sportiva Acli, il presidente della Figc,Giancarlo Abete, torna a parlare dello scandalo scommessescoppiato a Cremona. "Non si tratta di agire con durezza e esemplarita' - hadetto Abete - ma di far rispettare e applicare le norme. Lepartite sotto esame sono di scarso rilievo ma assumonoimportanza perche' fanno capire che c'e' una nuova concezionedell'illecito sportivo, non piu' legato al risultato ma soloall'arricchimento di singoli soggetti. Bisogna

(AGI) - Bologna, 18 giu. - "Il procuratore Palazzi stavalutando i documenti, vogliamo garantire il regolare iniziodel campionato". Intervistato da Sky a margine dell'assembleanazionale dell'Unione Sportiva Acli, il presidente della Figc,Giancarlo Abete, torna a parlare dello scandalo scommessescoppiato a Cremona. "Non si tratta di agire con durezza e esemplarita' - hadetto Abete - ma di far rispettare e applicare le norme. Lepartite sotto esame sono di scarso rilievo ma assumonoimportanza perche' fanno capire che c'e' una nuova concezionedell'illecito sportivo, non piu' legato al risultato ma soloall'arricchimento di singoli soggetti. Bisogna pero' avere lacapacita' di guardare al contenuto mezzo pieno: a fronte dellacondotta di qualcuno non bisogna stravolgere un mondo delcalcio per la maggior parte pulito e positivo". Abete, nella lotta alle scommesse illecite, si schieradalla parte del presidente dell'Uefa Michel Platini: "Ha datoconto dell'importanza del fenomeno, che ha subito messo alcentro del suo primo quadriennio di presidenza. A oggi, pero',non c'e' una norma per la squalifica a vita, l'Uefa puo'decidere solo quello che e' di sua competenza, poi ci sono isingoli campionati nazionali e le norme ordinarie di ognipaese". Il numero uno di via Allegri, che sul tema dellaresponsabilita' oggettiva assicura che "avremo una nuovagiurisprudenza per l'illecito sportivo", non se la sente diindicare la portata reale di questo nuovo caso dicalcioscommesse. "Essere prudenti non significa esseretemporeggiatori ma rispettare i ruoli della giustizia ordinariae sportiva. Esiste un sistema di scommesse che permette digiocare anche nel finale di una partita: se la papera di unportiere determina l'over al 91esimo e' difficilmentecontrollabile o gestibile... Per incidere su un evento ci vuolela responsabilita' di chi vi partecipa: bisognaresponsabilizzare i soggetti che credono nel mondo del calcio ecombattere l'omerta' - conclude Abete - come e' successo nelcaso del Lumezzane". (AGI).