Calcio: Zamparini, "Lotito la fa fuori dal vaso, ma e' un buono"

(AGI) - Roma, 29 set. - "Leggo pochissimo e non so cosa siasuccesso, ma so che ogni tanto Lotito la fa fuori dal vaso,pero' e' una persona buona". Il presidente del Palermo,Maurizio Zamparini, assicura di non essere al corrente dellabattuta infelice del numero 1 della Lazio nei confrontidell'amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, mane prende le difese giustificando i suoi comportamenti. "Forsee' sotto stress, viene attaccato da tutti e da tanto tempo.Prima per l'elezione del presidente federale, ora perche'dicono che e' il padrone della Nazionale - spiega Zamparini aimicrofoni de

(AGI) - Roma, 29 set. - "Leggo pochissimo e non so cosa siasuccesso, ma so che ogni tanto Lotito la fa fuori dal vaso,pero' e' una persona buona". Il presidente del Palermo,Maurizio Zamparini, assicura di non essere al corrente dellabattuta infelice del numero 1 della Lazio nei confrontidell'amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, mane prende le difese giustificando i suoi comportamenti. "Forsee' sotto stress, viene attaccato da tutti e da tanto tempo.Prima per l'elezione del presidente federale, ora perche'dicono che e' il padrone della Nazionale - spiega Zamparini aimicrofoni de "La Politica nel Pallone" su Gr Parlamento -.Lotito e' uno che lavora e che alla Lazio ha fatto bene.Marotta l'ho creato io, ha lavorato 10 anni con me a Venezia,siamo legati da affetto e stima, e' una persona limpida con cuiparlo sempre. Lotito ogni tanto dice questa cosa che non parlacon chi non e' presidente, ma non e' cosi'". Zamparini parla anche dei problemi del calcio italiano."Cosa ne penso del campionato a 18 squadre? Penso che in Italiasiamo abituati, anche in politica, a porre falsi problemi pernascondere la realta'. In Italia non esiste la Lega calcio enon esisterebbe anche con il campionato a 18 squadre, oraabbiamo una nuova Figc e speriamo che esista da adesso - ilcommento di Zamparini -. Nel nostro calcio c'e' unadistribuzione delle risorse vergognosa, noi, cosi' come ilPaese, abbiamo bisogno di un rinnovamento che guardi ai valoridel calcio, ma ormai mi sento di predicare nel deserto da tantianni". "Non credo che il campionato a 18 squadre sarebbe piu'interessante, se ne parla perche' vogliono giocare di meno eprendere piu' soldi - ha proseguito Zamparini -. In Spagna, InFrancia e in Inghilterra e' a 20. Il problema e' che il nostroe' un campionato povero, non riusciamo a tenere i campioni. Cisono tre ex rosanero (Sirigu, Pastore e Cavani, ndr) chegiocano nel Psg. Non abbiamo fatto gli stadi, ne' marketing efin quando non cominceremo a fare certe cose, i problemi non lirisolveremo". Zamparini ormai da diverso tempo ripete che accoglierebbevolentieri nuovi investitori nel suo Palermo. "Il problema e'che gli stranieri hanno paura a venire in Italia, perche' sipremia la meritocrazia ma quella acquisita negli ultimi 50anni. Poi c'e' il bacino d'utenza che e' un'altra cosascandalosa, Palermo e' la quinta piazza d'Italia e prende il2%, e' una battaglia persa in partenza la mia, in Lega ci vuoleun grande presidente". Tanti giocatori stranieri in Italia, perZamparini e' ovvio che sia cosi': "quest'estate il mio ds mi hadetto che servivano 7-8 giocatori, gli ho detto di cercarliall'estero perche' in Italia devi dare garanzie con lefideiussioni bancarie che le banche non concedono piu',all'estero questo non succede. Abbiamo messo tanti paletti conleggi stupide che hanno ucciso il mercato. Inoltre non ci sonopiu' bambini che giocano a calcio e non abbiamo centri sportiviadeguati per ripartire". (AGI).