Calcio: "Tardini" torna a disposizione Parma, con Torino si gioca

(AGI) - Parma, 19 mar. - Salvo sorprese dell'ultima ora,domenica sera si accenderanno i riflettori del "Tardini" per lasfida fra Parma e Torino. Nel primo pomeriggio, si legge in unanota del Comune di Parma, Angelo Anedda e Alberto Guiotto,nominati oggi come curatori fallimentari dal Tribunale, "sisono recati al centro di Collecchio, dove i giocatori hannoespresso il loro assenso a continuare le gare di campionato"."L'ultimo atto, ma decisivo, si e' consumato in serata inMunicipio: alla presenza del sindaco Federico Pizzarotti,dell'assessore allo Sport Giovanni Marani e del direttore dellaLega Calcio Marco Brunelli,

(AGI) - Parma, 19 mar. - Salvo sorprese dell'ultima ora,domenica sera si accenderanno i riflettori del "Tardini" per lasfida fra Parma e Torino. Nel primo pomeriggio, si legge in unanota del Comune di Parma, Angelo Anedda e Alberto Guiotto,nominati oggi come curatori fallimentari dal Tribunale, "sisono recati al centro di Collecchio, dove i giocatori hannoespresso il loro assenso a continuare le gare di campionato"."L'ultimo atto, ma decisivo, si e' consumato in serata inMunicipio: alla presenza del sindaco Federico Pizzarotti,dell'assessore allo Sport Giovanni Marani e del direttore dellaLega Calcio Marco Brunelli, i due curatori fallimentari hannoformalizzato la presa in carico dello stadio Tardini suconcessione della societa' Parma Infrastrutture, rappresentatadall'amministratore unico giuliano Chiari, in accordo con ilComune". "Gli eventi di questi giorni - le parole di Pizzarotti- dimostrano che abbiamo fatto bene a prendere le distanze daun personaggio che non meritava la minima fiducia e che si starivelando ben peggio che inaffidabile. Ora comincia una fasenuova per il futuro del Parma, si torna a dialogare in modoresponsabile. Da oggi il nostro lavoro servira' perriconsegnare ai tifosi e alla citta' un Parma nuovo, legatoalla sua storia piu' bella". "Ci siamo messi al lavoro perriportare la situazione alla normalita' e fare si' che ilcalcio giocato torni ad essere protagonista al posto dellecronache giudiziarie - e' il commento dei due curatori - ilTribunale ci ha dato mandato di portare avanti l'esercizioprovvisorio per preservare per quanto possibile il valore dellasocieta' allo scopo di soddisfare almeno in parte i creditori.Per fare questo abbiamo bisogno che il clima si rassereni e chela citta' torni ad essere vicina alla sua squadra,indipendentemente dall'andamento dei risultati sul campo". .