Calcio: Roma. Garcia molla lo scudetto, difendiamo secondo posto

(AGI) - Roma, 7 mar. - Un mix delle migliori prestazioni dellaRoma. Lo scudetto sara' sfumato ma Rudi Garcia sa che allespalle dei giallorossi c'e' il rischio di un 'mischione' perquel secondo posto che regala l'accesso diretto in ChampionsLeague. "L'intensita' dei 25 minuti finali con la Juventus,tutta la partita col Feyenoord e il primo tempo con il Verona:e' questo che chiedo alla squadra per domani". Alla vigiliadella sfida con il Chievo, il mister francese pretende ilmassimo, di attenzione ed abnegazione, alla sua squadra, reducedal pareggio in inferiorita' numerica con la Juventus

(AGI) - Roma, 7 mar. - Un mix delle migliori prestazioni dellaRoma. Lo scudetto sara' sfumato ma Rudi Garcia sa che allespalle dei giallorossi c'e' il rischio di un 'mischione' perquel secondo posto che regala l'accesso diretto in ChampionsLeague. "L'intensita' dei 25 minuti finali con la Juventus,tutta la partita col Feyenoord e il primo tempo con il Verona:e' questo che chiedo alla squadra per domani". Alla vigiliadella sfida con il Chievo, il mister francese pretende ilmassimo, di attenzione ed abnegazione, alla sua squadra, reducedal pareggio in inferiorita' numerica con la Juventus che halasciato immutata la distanza tra le due prime della classe. "Non e' una questione di giocatori ma di atteggiamento - haassicurato Garcia, che a Verona avra' in organico sia Holebasche Pjanic - Gervinho? In Europa League ha segnato all'andata eritorno, se parliamo della partita con la Juve nessuno hatrovato spazio per la difesa 'bassa' dei bianconeri. Mi augurodi trovare sempre il Gervinho di Europa League in campionato".Per quanto lo riguarda, Garcia si definisce "sereno, motivato efiducioso nei miei. Andiamo in casa del Chievo per vincere".Risultato obbligato per tenere in piedi la speranza diun'incredibile rimonta: "Il destino della Juventus e' nelle suemani, sono primi e con nove punti in piu': se le vincono tutte,non possiamo fare nulla. Noi siamo secondi e dobbiamo difenderela nostra posizione al massimo. E per farlo bene dobbiamovincere domani". La piazza d'onore e' ambita dal Napoli, maanche da Lazio e Fiorentina: "Ci sono 39 punti da distribuiresino al termine della stagione, ogni squadra che lotta in altopuo' cambiare la propria classifica. Noi non abbiamo pauradella prima e di chi ci segue, e dobbiamo mettere in campol'atteggiamento giusto: ci sono ancora tre mesi dicompetizione, vogliamo conquistare piu' punti possibili esuperare il turno in Europa League". Sul maggiore impiego rispetto all'anno passato di capitanTotti: "Abbiamo fatto piu' partite. Gervinho ha dimostrato dipoter aiutare la squadra, Francesco ha giocato di piu' perche'ci sono state 8 partite in piu' e ci sono stati attaccanti inmeno. Non solo la Coppa d'Africa per Gervinho, ma Iturbe hapassato tempo in infermeria. Bisognava chiedere di piu' a chipoteva giocare, il capitano ha risposto bene. Ora sono tornatiGervinho e Iturbe, abbiamo scelte per avere giocatori piu'freschi". C'e' anche il tempo per accennare al rinnovocontrattuale di Keita. "Non e' il momento di parlare dimercato, valuteremo a fine stagione. Posso pero' dire che sonocontento di quello che fa in campo. E' un grande campione cheha vinto tanto, e ci da' esperienza in campionato cosi' come inEuropa. Ed e' un riferimento nello spogliatoio. Per il momentoabbiamo tre mesi da fare e dara' tutto per la squadra. Ed e'questo che voglio da ognuno dei miei".(AGI).