Calcio: pareggio per il Napoli, pesante sconfitta del Parma

(AGI) - Roma, 23 nov. - il pomeriggio del calcio italiano sichiude con il Cagliari che argina il Napoli 3-3, in pareggiocon 1-1 la gara tra Cesena e Sampdoria 1-1. Il Parma vince suEmpoli 0-2, Udinese-Chievo 1-1 mentre Verona-Fiorentina finisce1-2. Juve e Roma chiamano, il Napoli non risponde anche seriesce a rimanere al terzo posto in classifica. La squadra diBenitez soffre e alla fine pareggia 3-3 al San paolo contro ilCagliari. Doppio vantaggio nel primo tempo con Higuain e Inler,i partenopei calano il ritmo e i sardi pareggiano con Ibarbo eFarias.

(AGI) - Roma, 23 nov. - il pomeriggio del calcio italiano sichiude con il Cagliari che argina il Napoli 3-3, in pareggiocon 1-1 la gara tra Cesena e Sampdoria 1-1. Il Parma vince suEmpoli 0-2, Udinese-Chievo 1-1 mentre Verona-Fiorentina finisce1-2. Juve e Roma chiamano, il Napoli non risponde anche seriesce a rimanere al terzo posto in classifica. La squadra diBenitez soffre e alla fine pareggia 3-3 al San paolo contro ilCagliari. Doppio vantaggio nel primo tempo con Higuain e Inler,i partenopei calano il ritmo e i sardi pareggiano con Ibarbo eFarias. Ci pensa De Guzman, a meta' ripresa, a riportare avantii partenopei prima del definitivo 3-3 di Dessena dopoun'ingenuita' difensiva. La Sampdoria rischia in casa delCesena, ma alla fine riesce a portare a casa un punto. Romagnoli in vantaggio nella ripresa con Lucchini, che nonfesteggia per rispetto dei suoi vecchi tifosi, poi unasfortunata autorete di Nica ha riportato il punteggio inparita'. Gara dinamica a Verona tra scaligeri e Fiorentina, con iviola che riescono ad avere la meglio: Rodriguez porta invantaggio i gigliati, pari di Nico Lopez, poi nella ripresaarriva il gol vittoria di Cuadrado che regala tre puntipreziosi alla squadra di Montella. L'Udinese non va oltre l'1-1casalingo con il Chievo, ma ha motivo di festeggiare un'altraperla nella straordinaria carriera di Antonio Di Natale. Ilcapitano dell'Udinese sigla, nel secondo minuto di recupero delprimo tempo, la sua 200esima rete in Serie A in quattrocentopartite disputate. Nel finale, la squadra di Maran e' pervenutaal pari con una sassata da fuori area di Radovanovic. Si acuisce ancora di piu' la crisi del Parma, che accanto aquella societaria evidenzia ormai quella tecnica. In casacontro la diretta concorrente Empoli, i ducali non riescono adavere la reazione che tutti si attendevano e subisconol'uno-due empolese firmato Vecino e Tavano. I tifosi hannoincoraggiato la squadra e contestato la societa'. Udinese-Chievo 1-1, e Di Natale festeggia il gol 200 =Un punto a testa per Udinese e Chievo alla ripresa delcampionato dopo la pausa per le nazionali. E' il responso del'Friuli', che manda in archivio sull'1-1 un incontro tuttosommato gradevole, caratterizzato dalla rete numero 200 diAntonio Di Natale in Serie A su 400 gare disputate. Una media di un gol ogni due partite che testimonia ilvalore assoluto dell'attaccante bianconero, capace di portare isuoi avanti sull'1-0 nel recupero del primo tempo. Nellaripresa, tocca a Radanovic, con la sua seconda prodezza nelmassimo torneo, fissare lo score sull'1-1 finale. Kone eMeggiorini sono gli squalificati di un match che offre subitoun buon ritmo, con i padroni di casa desiderosi di fare gioco,nonostante l'assenza di Muriel, e gli ospiti, con Pellissier ePaloschi davanti, pronti a sfruttare ogni spazio adisposizione. La squadra di Maran non pensa solo a difendersi e, all'11',crea la prima chance da rete con Paloschi, che inzuccando nelmezzo dell'area un invito morbido di Pellissier, mette out dipoco. I friulani di Stramaccioni replicano al 16' con una granbotta dal limite di Di Natale che esalta le virtu' di Bizzarri.Il match resta equilibrato, Danilo al 25' si vede annullare ungol per fuorigico, Badu al 28' inventa una giocata che, dasola, vale il prezzo del biglietto, Cervellera al 29' nonconcede il penalty, tra i migugni del 'Friuli', per una cadutain area di Guilherme. E' il momento migliore dei padroni dicasa, che pero' al 30' rischiano seriamente: a graziarli e'Schelotto, che, pescato da Birsa, non centra di testa ilbersaglio da posizione comoda comoda. I veronesi alzano ilbaricentro e, al 39', si divorano una doppia occasione: primaPellissier trova Danilo appostato sulla linea, poi Birsa e'neutralizzato da un gran volo di Karnezis. La sfida sembradestinata ad approdare al giro di boa sullo zero a zero ma, alsecondo minuto di recupero, Di Natale illumina la scena con unaprodezza in area, la sua 200esima in Serie A in 400 paritte, uncontrollo e tiro che batte Bizzarri e porta l'Udinese invantaggio. Undici immutati in avvio di ripresa, con lo spettacolo chelatita nonostante un ritmo discreto. Il Chievo fatica a imporrele proprie idee, l'Udinese pensa soprattutto a gestire ma, al15', resta quasi gelata da una volee di Paloschi che avrebbemeritato maggior fortuna. Iniziano i cambi e negli ospiti sivede anche Maxi Lopez, che quanto meno rende il reparto piu'vivo. E cosi', dopo un tentativo di Birsa sventato da Karnezisal 26', ecco il pareggio tutto sommato meritato del Chievo. E'il 29' e fa tutto Radanovic, che salta l'uomo con una finta perfar partire una sventola che risulta imprendibile per l'estremodi casa. A 9' dalla fine c'e' l'ennesimo tentativo di Di Natalema il risultato non cambiera' piu'. Verona-Fiorentina 1-2, per i viola si riaccende la luce =La Fiorentina riaccende la luce e lascia al buio il Verona. Coni gol dei senatori Gonzalo Rodriguez e Cuadrado, i viola diMontella si lasciano alle spalle le due sconfitte consecutivecon Sampdoria e Napoli e tornano a vincere in trasferta duemesi dopo Bergamo. Il Verona (tre punti nelle ultime cinquepartite) resta al palo: Mandorlini non e' riuscito ancora aritrovare la squadra che tanto bene ha fatto l'anno scorso. In una partita iniziata con il solo Toni (colpira' unatraversa, come Gomez, e fornira' l'assist del momentaneo paridi Nico Lopez) a rappresentare l'Italia, e' la Fiorentina - aldi la' di un errore iniziale di Nico Lopez - a dominare peralmeno mezz'ora. Rafael, dopo il salvataggio di Marquez sulcross di Alonso, para col piede su Cuadrado, imbeccato allaperfezione da Borja Valero. Sugli sviluppi del corner battuto da Fernandez, Alonsospizza e Gonzalo Rodriguez la mette dentro da due passi,firmando il primo gol stagionale. Sembra di vedere la migliorFiorentina dell'anno scorso: sicura a centrocampo, insidiosadavanti, dove Cuadrado viene piazzato alle spalle di Gomezmentre Joaquin agisce sulla destra. Se il Verona resta inpartita e' merito soprattutto di Rafael, decisivo ancorasull'incornata di Rodriguez e sul sinistro di un Alonso in granspolvero. Continua lo show viola. E continua il digiuno diGomez: Moras perde un pallone sanguinoso su Cuadrado, iltedesco vince il duello fisico con Marquez ma il suo diagonaledi destro incoccia la traversa. Dov'e' il Verona? Ci pensaToni a suonare la carica: anche il grande ex centra il legnocon una splendida girata in anticipo su Basanta; poi, dopo unpiu' che sospetto contatto in area gialloblu' tra Marquez eCuadrado che Di Bello ignora, ecco l'1-1: Toni indovina ilcorridoio per Nico Lopez, uscita a valanga persino fuoriarea(ed esagerata) di Neto (che viene ammonito) e l'uruguaianorealizza il secondo gol consecutivo. Riparte con piu' rabbia la Fiorentina, sulla sinistraAlonso e Mati Fernandez provano a fare la differenza. Verona ingrande difficolta', Joaquin affonda e serve Alonso, sinistrodal cuore dell'area che tocca l'esterno della rete. Ancora lasquadra di Montella, che meriterebbe il vantaggio: Gomez volasulla testa di Marquez, solo corner per lui; poi altro episodiodubbio, stavolta contesta Joaquin. Al 17' la traballante difesagialloblu' crolla: perfetto il cross di Alonso, Gomez non ciarriva mentre Cuadrado si', anticipo su Moras e per Rafaelnulla da fare. Il Verona prova a rialzare la testa con un bolide diTachtsidis fuori di un nulla; Mandorlini lancia Lazaros e ilgreco quasi pareggia con un colpo di testa che spaventa Neto.Marquez su corner colpisce la parte alta della traversa, c'e'spazio anche per Saviola e per un contropiede sprecato daBabacar, ma la Fiorentina tiene e porta a casa tre puntimeritati. Per il Verona nuova battuta d'arresto. (AGI)