Calcio: Nazionale, Mancini contro oriundi; Conte "nulla di strano"

(AGI) - Roma, 23 mar. - L'Italia agli italiani. E' lo sloganutilizzato da Roberto Mancini, convinto che la stradaintrapresa dal ct azzurro Antonio Conte, quella di aprire leporte della Nazionale ad oriundi come Eder e Vazquez, siasbagliata. "La Nazionale italiana deve essere italiana - e' ilpensiero del tecnico dell'Inter, espresso a margine dellariunione a Fiumicino tra arbitri, allenatori, dirigenti ecapitani di Serie A -. Se sono d'accordo con questeconvocazioni? Non so, vediamo, pero' ho la mia idea, laNazionale deve essere italiana". Mancini rimanda poi almittente l'esempio della Germania campione del

(AGI) - Roma, 23 mar. - L'Italia agli italiani. E' lo sloganutilizzato da Roberto Mancini, convinto che la stradaintrapresa dal ct azzurro Antonio Conte, quella di aprire leporte della Nazionale ad oriundi come Eder e Vazquez, siasbagliata. "La Nazionale italiana deve essere italiana - e' ilpensiero del tecnico dell'Inter, espresso a margine dellariunione a Fiumicino tra arbitri, allenatori, dirigenti ecapitani di Serie A -. Se sono d'accordo con questeconvocazioni? Non so, vediamo, pero' ho la mia idea, laNazionale deve essere italiana". Mancini rimanda poi almittente l'esempio della Germania campione del mondo: "Nonhanno oriundi, i loro giocatori sono nati in Germania... La miaopinione e' che meriti la maglia azzurra un giocatore nato inItalia, chi invece non e' nato in Italia, anche se ha deiparenti, credo non la meriti". Il presidente della Figc, CarloTavecchio, se la cava con una dichiarazione lapalissiana: "Seuno ha la cittadinanza italiana, puo' giocare in Nazionale. Ildiscorso e' chiuso". Poi ricorda: "Con un oriundo abbiamo vintoil Mondiale del 2006 - riferendosi a Camoranesi, al terminedell'incontro a Fiumicino tra arbitri, dirigenti, allenatori ecapitani di Serie A - e Conte ha la liberta' assoluta diindividuare le persone che hanno la titolarita' di giocare".Diplomatica la risposta del ct: "Non sono il primo e non saro'neanche l'ultimo a convocare questi 'oriundi'. Penso che inpassato abbiano fatto parte della Nazionale diversi calciatorioriundi, Camoranesi e' stato campione del mondo, ma penso anchea Thiago Motta, Paletta, Ledesma ed Amauri. All'ultimoMondiale, su 786 giocatori, 83 erano oriundi. Queste sono leregole, questo e' il calcio. Si puo' sempre creare dellapolemica o meno, ma rispetto qualsiasi opinione". Cosi' AntonioConte risponde a Roberto Mancini. "Non ho fatto niente distrano rispetto al passato - ha aggiunto Conte sulla chiamatadi Vazquez ed Eder -. Li avrei visti anche un mese fa se cifosse stata l'opportunita' di fare gli stage. Ho deciso dipremiare questi calciatori che hanno la cittadinanza italiana,ora li valutero' e decidero' se meritano la maglia azzurra. Ingenerale c'e' sempre polemica intorno alla Nazionale, ancheintorno alla mia persona fisica". .