Calcio: Mourinho "bravo Sousa, Inter da titolo, Chelsea risale"

(AGI) - Roma  - "Che succede? Non lo so, i risultati conil Chelsea al momento sono davvero negativi. Non posso ne'voglio  

(AGI) - Roma, 8 ott. - "Che succede? Non lo so, i risultati conil Chelsea al momento sono davvero negativi. Non posso ne'voglio nascondere la realta'. E fatico a trovare unaspiegazione. Pero' vi assicuro: sto lavorando come non mai e neusciremo. E c'e' anche la Champions che non abbandono certo".Jose' Mourinho lo aveva detto qualche giorno in conferenzastampa: "e' il peggior momento della mia carriera". Propriocosi' anche perche' lo aveva detto prima di perdere 3-1 in casacon il Southampton. Adesso, dopo otto giornate di Premier,Mourinho si trova al 16° posto con 4 sconfitte e 17 gol subiti.Il Chelsea, pero', lo ha pubblicamente confermato con uncomunicato stampa: "questo mi inorgoglisce - dice lo "specialone" in un'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport -.Dimostra la fiducia di Abramovich nei confronti del tecnico cheha vinto tre Premier con questo club. Lo ringrazio e continuo alavorare". ùE se il portoghese Mourinho soffre in Premier League, c'e' unsuo connazionale in vetta alla classifica del campionato diSerie A: Paulo Sousa con la Fiorentina. "E' un grande, sonofelice per lui - dice Mou -. Ha lavorato tanto e duramente perarrivare fin qui. Ci sono allenatori che hanno cominciatosubito in grandi club, senza fare esperienze fondamentali. Luie' stato umile, ha viaggiato e lavorato in Ungheria, Israele,nella B inglese, in Svizzera. E soltanto adesso che e' pronto epreparato e' arrivato in Italia. Studia. Si informa. Si vede lasua mano nella Fiorentina". La "sua" Inter e' dietro i viola."Se puo' vincere il titolo? Adesso non c'e' risposta, e' nelgruppo delle pretendenti: mai la Serie A e' stata aperta acosi' tante squadre come oggi. La Juve mi sembra sia partita unpo' come il Chelsea, a fatica, e come il Chelsea siriprendera': e' soltanto questione di tempo. Roma e Napoli sonoquelle che possono approfittare di una stagione senzabianconeri superfavoriti". Mourinho commenta anche ledichiarazioni di Capello che lo considera il top, sostenendo,pero', che dopo un paio d'anni brucia i suoi giocatori. "Holetto e penso che un allenatore con la sua storia - ha spiegatoil tecnico del Chelsea - avrebbe fatto meglio a parlare dicalcio senza commentare il lavoro dei suoi colleghi. Allora ioavrei potuto commentare il suo lavoro quando allenava lanazionale inglese o quella russa, non l'ho mai fatto perche'preferisco rispettare i momenti negativi dei colleghi. Mi piacemolto di piu' parlare di Capello nei tanti momenti belli dellasua carriera ricca di straordinari successi". (AGI.