Calcio: Mihajlovic al Milan, "conquistato" da lasagne e parmigiana

(AGI) - Milano, 3 giu. - Il Milan ha scelto. Sara' SinisaMihajlovic il nuovo allenatore rossonero. La notizia e' dioggi, ma era gia' nell'aria da ieri, quando Carlo Ancelotti haufficialmente rifiutato l'offerta del club di SilvioBerlusconi. La societa', attraverso Adriano Galliani, si eragia' mossa preventivamente con il serbo, addirittura il 18marzo scorso: un sondaggio informativo, che con il tempo si e'trasformato in una promessa tra le due parti. Solo il caroCarletto avrebbe potuto rompere questo patto, e Mihajlovic neera al corrente: si e' sempre mostrato disponibilenell'attendere, una scelta che alla

(AGI) - Milano, 3 giu. - Il Milan ha scelto. Sara' SinisaMihajlovic il nuovo allenatore rossonero. La notizia e' dioggi, ma era gia' nell'aria da ieri, quando Carlo Ancelotti haufficialmente rifiutato l'offerta del club di SilvioBerlusconi. La societa', attraverso Adriano Galliani, si eragia' mossa preventivamente con il serbo, addirittura il 18marzo scorso: un sondaggio informativo, che con il tempo si e'trasformato in una promessa tra le due parti. Solo il caroCarletto avrebbe potuto rompere questo patto, e Mihajlovic neera al corrente: si e' sempre mostrato disponibilenell'attendere, una scelta che alla fine ha pagato molto. Iltecnico in pectore ha varcato il cancello di Arcore alle 20:29,assieme ad Adriano Galliani. Ad attenderli, Silvio Berlusconi,convinto dall'amministratore delegato a scegliere l'exallenatore della Sampdoria. Una cena a base di domande erichieste, perche' il Milan sara' da ricostruire, una voltaposata la prima pietra. Ci sara' da sbrigare il nodo Inzaghi,ancora sulla carta allenatore del Milan: solo dopo il suoesonero, ormai annunciato da tempo, ci sara' l'ufficialita'dell'ex giocatore di Lazio e Inter. Un decisione forte da partedel Milan, che consegnera' la rosa in mano a un uomo rigido,per molti colonnello o sergente: per Adriano Galliani, l'idealeper questa squadra troppo molle e indisciplinata. Mihajlovictorna sui suoi passi, dopo che, nel 2010, aveva ammessopubblicamente che non avrebbe mai allenato il Milan, per viadel suo passato interista. Un pensiero ridimensionato lo scorsomarzo (che coincidenza), quando apri' la possibilita' di unfuturo rossonero. Qualche giorno fa l'addio ufficiale allaSampdoria, suo vecchio amore.Oggi, neo allenatore del Milan. Inpoche ore, un susseguirsi di emozioni. Alle ore 16:30 lapartenza da Roma, arrivo a Linate un'ora piu' tardi, prelevatoe ospitato da Adriano Galliani. Alle ore 20, la partenza perArcore. Ad accoglierlo un Berlusconi motivato per il prossimomercato, ma anche attento al passato del serbo: nel menu' dellacena le scelte non sono casuali, come le lasagne al pesto,piatto ligure, e la parmigiana di melanzane, dai sapori siculi:Sampdoria e Catania, ricordi che rimarranno nel suo cuore. Unamiriade di emozioni. Da domani, tutte da vivere: con firma delcontratto e insediamento nella nuova famiglia rossonera. .