Calcio: Manenti, "ultimata due diligence, prossima gara regolare"

(AGI) - Parma, 25 feb. - "Nella notte abbiamo completato la duediligence legale e fiscale, adesso ci muoveremo di conseguenza.Ora abbiamo in mano numeri chiari, almeno per quanto riguardale provviste che non rappresentano un problema. Certo, orabisogna vedere portando il progetto in Procura, poi si potra'procedere". Lo ha detto il presidente del Parma, GiampietroManenti, parlando oggi a Sportal.it, a proposito dellasituazione del club ducale. "La prossima partita si giochera'regolarmente, per quella con l'Udinese vedremo quandoriusciremo a recuperarla". "Noi stiamo cercando di sistemarela situazione, ma negli ultimi 15 giorni non abbiamo

(AGI) - Parma, 25 feb. - "Nella notte abbiamo completato la duediligence legale e fiscale, adesso ci muoveremo di conseguenza.Ora abbiamo in mano numeri chiari, almeno per quanto riguardale provviste che non rappresentano un problema. Certo, orabisogna vedere portando il progetto in Procura, poi si potra'procedere". Lo ha detto il presidente del Parma, GiampietroManenti, parlando oggi a Sportal.it, a proposito dellasituazione del club ducale. "La prossima partita si giochera'regolarmente, per quella con l'Udinese vedremo quandoriusciremo a recuperarla". "Noi stiamo cercando di sistemarela situazione, ma negli ultimi 15 giorni non abbiamo avuto lapossibilita' di lavorare bene, se mi avessero lasciato lavoraretranquillo... Invece abbiamo dovuto rincorrere i problemi",dice Manenti. Il quale punta poi il dito contro la stampa,anche locale. "Lo avete visto anche voi, ce li ho tutti contro.Solo qualcuno dice "prima vediamo", adesso con il passare deltempo qualcuno comincia ad avere qualche dubbio in meno, ma cisiamo scontrati contro problematiche di ogni tipo. Prima diattaccare io avrei aspettato. Noi comunque andiamo avanti".Manenti si dice pronto ad incontrare il sindaco Pizzarotti percercare di spiegare la situazione:"L'ho visto venerdi', ma disfuggita, non ci ho ancora mai parlato. Ho avuto questoproblema da sabato (quello della madre, di cui non ha maiparlato direttamente, ndr), personalmente ho sempre voluto darepriorita' alla vita. Comunque l'incontro con il sindaco nonsara' definitivo, e' piu' importante quello che abbiamo inprogramma con la Procura". "Mi aspettavo un'accoglienza dialtro tipo. O uno e' matto o ha le idee chiare. Non miriferisco a Parma, al Parma, ai club o alla Lega, parlo ingenerale del sistema Italia. So che hanno fatto unamanifestazione domenica, non so cosa abbiano detto, mabisognerebbe prendersela con la vecchia gestione, non conquella nuova che non si conosce ancora e non si sa come lavora.Per me comunque non e' un problema, sono abituato a lavorare,anche in condizioni ostili. Spero solo che il cartello 'Chiusoper rapina' non fosse indirizzato a me", le parole di Manentiche pero' non si sente di attribuire responsabilita' ad alcuno."Non attribuisco responsabilita', non mi piace. Preferiscoguardare avanti e fare il mio lavoro. Sono fiducioso. Donadonie la squadra? Il loro punto di vista e' quello che hannoespresso in questi giorni anche in televisione, non c'e' nienteda aggiungere. Noi andiamo avanti e adesso dopo la duediligence abbiamo numeri chiari in mano.Aspettiamo l'incontrocon la Procura per avere le idee ancora piu' chiare eprocedere". (AGI)